20 Settembre 2021
17:42

San Giuliano di Puglia, rischia di chiudere la piscina simbolo del sisma: ci sono pochi iscritti

La piscina semi-olimpionica di San Giuliano di Puglia potrebbe non aprire più. La struttura, simbolo di rinascita dopo il terremoto che colpì il Molise nel 2002, registra pochissimi iscritti. I motivi sono lo spopolamento dei paese vicini e il blocco delle attività sportive post covid. Appello del sindaco: “Si faccia rete tra comuni limitrofi”.

Rischia di chiudere la piscina simbolo della ricostruzione post sisma a San Giuliano di Puglia, in Molise. Le iscrizioni, a causa del Covid, sono ripartite dopo due anni di blocco, ma di sportivi che desiderino frequentare la piscina semi-olimpionica se ne contano molto pochi. Da qui un appello del sindaco Ferrante ai comuni limitrofi a "fare rete".

I motivi del rischio chiusura della piscina in Molise – La piscina comunale di San Giuliano di Puglia (Campobasso) probabilmente non riaprirà. Le prescrizioni sono incominciate ormai da una settimana, ma solo in pochi si sono presentati con l’intenzione di entrare a bordo vasca. La chiusura di questa infrastruttura rappresenterebbe un grossa sconfitta per la città, che alla piscina ha sempre associato il simbolo della ripartenza e della rinascita dopo il terremoto di 20 anni fa. “La collaborazione tra le nostre comunità – ha detto il sindaco di San Giuliano di Puglia, Giuseppe Ferrante – significherebbe scongiurare la chiusura di questa struttura. Solo facendo rete possiamo evitare che questa parte del Molise scompaia”.

Tenere vivo un simbolo di rinascita – La piscina è stata realizzata dieci anni fa grazie a un investimento di oltre quattro milioni di euro, a seguito del sisma del 31 ottobre 2002. Quel giorno crollò la scuola del paese e perse la vita un’intera classe, composta da 27 bambini, insieme alla loro maestra. La costruzione della mega vasca ha rappresentato per la popolazione molisana un nuovo inizio e un nuovo polo di aggregazione per i tanti, grandi e piccini, sconvolti dal tragico terremoto. Negli anni, l’infrastruttura è diventata anche una fonte di reddito per i cittadini di San Giuliano e dei comuni limitrofi. La struttura inoltre, oggi, è dotata di una rampa di sollevamento, che consentirebbe anche agli utenti con disabilità di poter praticare uno sport così completo come il nuoto. "Purtroppo – così il primo cittadino – lo spopolamento dei nostri piccoli comuni e la pandemia stanno mettendo a rischio la riapertura della piscina. Per questo mi appello a tutte quelle persone che vogliono praticare uno sport completo, dai sani principi e soprattutto sicuro anche dal punto di vista sanitario, a loro va il mio invito a iscriversi presso la nostra struttura".

Ponticelli, piscina chiusa da un anno: "Velotto e Rosolino nuotavano qui, aiutateci a riaprirla"
Ponticelli, piscina chiusa da un anno: "Velotto e Rosolino nuotavano qui, aiutateci a riaprirla"
152.744 di AntonioMusella
Randazzo, il maltempo spazza via il parapetto del ponte San Giuliano
Randazzo, il maltempo spazza via il parapetto del ponte San Giuliano
131 di Attualita
Il campo da calcio dei bimbi di San Lorenzo rischia la chiusura: la lotta dei residenti
Il campo da calcio dei bimbi di San Lorenzo rischia la chiusura: la lotta dei residenti
51.592 di Daniele Napolitano
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni