1.400 CONDIVISIONI
19 Aprile 2014
12:48

Rosaria Aprea nuovamente picchiata dall’ex: Caliendo torna ai domiciliari

Antonio Caliendo, 27enne di Casal di Principe (Caserta), è stato nuovamente arrestato per molestie alla ex fidanzata 20enne: nonostante il divieto di avvicinamento, l’uomo ha percosso l’aspirante miss e l’ha molestata con sms.
A cura di S. P.
1.400 CONDIVISIONI

Dopo averla mandata in ospedale in condizioni gravissime circa un anno fa Antonio Caliendo ha nuovamente aggredito la sua ex fidanzata e madre di suo figlio, Rosaria Aprea. L’uomo, 27enne di Casal di Principe (Caserta), è stato nuovamente arrestato: nonostante il divieto di avvicinamento, è accusato di aver raggiunto la ex fidanzata, di aver picchiata e anche molestata con sms. La Squadra Mobile di Caserta gli ha notificato l'ordinanza agli arresti domiciliari con l'applicazione del braccialetto elettronico emessa dal Gip di Santa Maria Capua Vetere. La vittima, aspirante miss di Macerata Campania, fu picchiata una prima volta da Caliendo nel 2011 quando l’uomo la raggiunse a Pesaro dove lei stava partecipando a un concorso di bellezza. Ma l’aggressione più violenta risale appunto allo scorso 12 maggio quando Rosaria finì in ospedale con la milza spappolata.

Caliendo non ha rispettato il divieto di avvicinamento – Per l’aggressione dello scorso anno Caliendo è rimasto in carcere fino a novembre e dopo essere uscito gli è stato disposto il divieto di avvicinarsi alla ragazza. Un divieto che Caliendo non ha però rispettato. La storia di Rosaria Aprea e di Antonio Caliendo è stata seguita molto dai media, con la stessa ragazza che in televisione aveva detto di aver perdonato il suo aggressore. Allo stesso tempo però la giovane vittima aveva denunciato Caliendo e aveva invitato tutte le donne di violenza a fare altrettanto.

1.400 CONDIVISIONI
Messina, è gelosa dell'amica e le tende agguato con due coetanei: video del pestaggio finisce online
Messina, è gelosa dell'amica e le tende agguato con due coetanei: video del pestaggio finisce online
M5S, Conte:
M5S, Conte: "Mai pensato di mollare. E il sostegno a Draghi non è in discussione"
416.446 di Marco Billeci
Ucraini, russi e bielorussi compagni di squadra: “Calcio unisce, guerra non entra nello spogliatoio
Ucraini, russi e bielorussi compagni di squadra: “Calcio unisce, guerra non entra nello spogliatoio"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni