4.760 CONDIVISIONI
12 Aprile 2022
20:06

Rinchiuso nel taxi dal tassista, così è stato fermato l’uomo che ha sparato al cameriere a Pescara

“Sono uscito dal taxi facendo finta di iniziare il rifornimento ma in realtà bloccando Pecorale nell’abitacolo con la chiave automatica” ha raccontato il tassista premiato anche dal Questore.
A cura di Antonio Palma
4.760 CONDIVISIONI

Rinchiuso nel taxi dal tassista che lo stava portando in Svizzera e che era stato avvertito dalle forze dell'ordine con una telefonata, così è stato fermato e arrestato Federico Pecorale, il 29enne che domenica ha sparato al dipendente di un locale del centro di Pescara, il 23enne Yelfry Rosado Guzman ferendolo gravemente. Una fuga durata circa otto ore quella del 29enne e conclusa intorno alle ore 23 di domenica lungo l'autostrada A14, in provincia di Pesaro Urbino, mentre viaggiava in direzione nord a bordo del taxi. Un taxi che lui aveva chiamato per farsi portare in Svizzera, dove del resto era residente, consapevole che tutte le forze dell'ordine lo stavano cercando. Dopo la sparatoria nel locale, l'uomo aveva raggiunto a piedi l'albergo dove alloggiava dal 4 aprile e con un taxi aveva raggiunto Vasto per salutare il nonno e ripartire per la Svizzera. E proprio a Vasto la polizia, che stava seguendole le sue tracce, è arrivata a una svolta: i familiari infatti hanno fornito il numero di cellulare del tassista privato che Federico aveva contattato.

A questo punto il protagonista della storia diventa il tassista di Vasto, Vincenzo Femminilli, 67enne ex sottufficiale della Guardia di Finanza che da pochi mesi ha cambiato mestiere dopo aver lasciato il corpo alcuni anni fa . La polizia lo chiama mentre è alla guida e lo informa che l'uomo che sta trasportando è ricercato. Gli agenti gli danno le istruzioni su come muoversi. Prima gli chiedono di attivare il gps del telefono per seguirlo e infine concordano con lui la mossa a sorpresa. "Il questore mi aveva già indicato come sarebbe avvenuto il blitz parlandomi, diciamo così, da collega a collega. Mi ha suggerito di dire a Pecorale che avevo finito la benzina, poi di fermarmi a una stazione di servizio, uscire alla svelta dall’auto e chiuderlo dentro" ha raccontato il tassista  al Corriere della Sera.

Tutto è andato come pianificato. "Percorrendo l’autostrada Adriatica, ero giunto alla stazione Metauro. Ho deviato, accostando al distributore. Sono uscito dal taxi facendo finta di iniziare il rifornimento ma in realtà bloccando Pecorale nell’abitacolo con la chiave automatica. Un istante dopo sono piombati gli agenti" ha speigato il 67enne che oggi è stato premiato con un riconoscimento da parte dal questore Luigi Liguori in occasione della cerimonia per la ricorrenza del 170esimo dalla fondazione della polizia di Stato.

4.760 CONDIVISIONI
Fermato con il taser un uomo che minaccia i passanti con una siringa insanguinata
Fermato con il taser un uomo che minaccia i passanti con una siringa insanguinata
12.264 di Fanpage.it Milano
L’ha fatta inginocchiare e poi le ha sparato: così Bedini ha ucciso Nevila Pjetri a Sarzana
L’ha fatta inginocchiare e poi le ha sparato: così Bedini ha ucciso Nevila Pjetri a Sarzana
Accoltellato due volte e ucciso a colpi di arma da fuoco davanti alla polizia in ospedale
Accoltellato due volte e ucciso a colpi di arma da fuoco davanti alla polizia in ospedale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni