Procede in Italia la campagna di vaccinazione contro il Coronavirus. Ad oggi, mercoledì 7 aprile, sono 11.510.905 le dosi somministrate nel nostro Paese mentre 3.555.242 sono le persone che hanno già ricevuto il richiamo. L'obiettivo, come ha ricordato anche il ministro della Salute, Roberto Speranza, nelle scorse ore è quello di vaccinare tutto gli italiani entro la fine dell'estate per raggiungere l'immunità di gregge e tornare ad una forma di normalità. Aprile sarà un mese cruciale per il piano vaccinale, quando, al netto di eventuali ritardi nelle consegne, dovrebbe arrivare un significativo quantitativo di sieri Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson & Johnson. Vediamo nel dettaglio cosa succederà.

Pfizer

Partiamo con una buona notizia, che riguarda soprattutto le categorie fragili e più esposte a sviluppare la forma grave di Covid-19. Ad aprile arriveranno in Italia 1,5 milioni di dosi di vaccino Pfizer/BioNtech. Lo ha annunciato il commissario straordinario Figliuolo: "Ammonta a 1,5 milioni di dosi Pfizer la prima consegna di vaccini del mese di aprile, che entro la giornata di domani raggiungeranno le Regioni", ha detto il generale, aggiungendo che "si tratta in assoluto del lotto di vaccini più consistente consegnato dall'inizio della campagna, di cui beneficeranno in modo particolare i soggetti più vulnerabili. A tal riguardo, nell'ultima settimana, è cresciuto del 20% il numero di persone over 80 cui è stata somministrata una dose di vaccino".

Moderna

Saranno oltre 333.600 le dosi del vaccino Moderna che sono già arrivate alla fine del mese di marzo all’hub nazionale della Difesa, presso l’aeroporto militare di Pratica di Mare. Si tratta del lotto di Moderna più consistente approvvigionato finora, la cui distribuzione a livello regionale proseguirà per tutto il mese di aprile grazie anche a un notevole impiego di vettori militari.

AstraZeneca

Nuovo ritardo nelle consegne di vaccino di AstraZeneca. L'azienda farmaceutica anglo-svedese ha fatto sapere, nel giorno della seconda revisione Ema per i presunti casi di trombosi rara collegati alla somministrazione dell'antidoto, che delle 340mila dosi di vaccino anti Covid previste per il 14 aprile ne arriveranno la metà ovvero 175mila mentre le altre saranno consegnate il 16 e il 23 aprile, quando sono previste le successive consegne.

Johnson & Johnson

L'atteso vaccino di Johnson & Johnson, l'unico monodose tra quelli approvati dalle agenzie regolatorie mondiali, arriverà in Italia dal 19 aprile e sarà distribuito anche in farmacia. Le prime 55 milioni di dosi dovrebbero arrivare in Europa proprio a partire dal secondo trimestre del 2021. In Italia, stando agli accordi con l'Ue, spettano in totale 7,3 milioni di vaccini nel secondo trimestre e 15,9 nel terzo. Ma intanto dal 19 si attendono le prime 400mila.