Terribile dramma quello scoperto in queste ore dai carabinieri nel Pistoiese dove un uomo avrebbe ucciso la moglie prima di suicidarsi lanciandosi da un ponte. L'allarme è partito nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 17 settembre, quando il 50enne Leonardo Santini si è suicidato gettandosi da un ponte della zona nel comune di San Marcello Piteglio, in provincia di Pistoia. Nessuno però sospettava che la vicenda fosse ancora più drammatica. Quando i militari sono andati a casa dell'uomo per avvertire la moglie della sua morte, infatti, hanno trovato la donna senza vita nella loro casa di Vaiano (Prato). La donna di 38 anni, Claudia Corrieri, era a terra in una pozza di sangue con ferite da arma da taglio. Secondo i primi accertamenti, si tratta di un caso di femminicidio seguito da un suicidio.

Da quanto hanno ricostruito i carabinieri, i motivi del gesto sono da ricondurre a dissidi tra la coppia ma potrebbe aver peggiorato il quadro il fatto che il cinquantenne, dipendente di una ditta di servizi, aveva perso il lavoro e non lavorasse da aprile scorso. La coppia aveva una figlia molto piccola che al momento della tragedia però si trovava a casa dei nonni dove sarebbe stata portata questa mattina. Le indagini sul drammatico fatto però proseguono anche per cercare di stabilire l'esatta ora di morte della donna e il perché il cinquantenne abbia percorso oltre cinquanta chilometri prima di suicidarsi.

L'uomo si è ucciso attorno alle 12.30 lanciandosi dal ponte sospeso in località La Lima, nel comune di San Marcello Pistoiese. Una passerella pedonale che attraversa il torrente Lima e nel punto più alto supera i 30 metri di altezza e che purtroppo è stata già teatro di episodi di suicidio. I carabinieri hanno rintracciato la famiglia scoprendo che viveva nella frazione Briglia di Vaiano ma una volta sul posto si sono trovati davanti alla drammatica scena.  La donna sarebbe stata colpita più volte con un'arma da taglio, forse un coltello. I carabinieri stano ora interrogando amici e familiari della coppia per ricostruire la vicenda.