Un rischio per la salute dei consumatori quello che è accaduto a San Marcello Pistoiese (Pistoia). Migliaia di bottiglie acqua minerale sotto il sole cocente sono state scoperte dai carabinieri forestali su un piazzale esterno di un negozio di alimentari. Ma anche prodotti esposti sugli scaffali per la vendita nonostante fossero già scaduti, come recitava chiaramente l'etichetta apposta sui cibi. I carabinieri forestali del nucleo investigativo di Pistoia, insieme ai carabinieri forestali della stazione di Maresca, hanno scoperto le irregolarità durante una normale attività di controllo, all'interno di un noto esercizio commerciale del posto. La notizia è stata riportata da ‘La Nazione'.

Il negozio in questione è L'Unicoop Montagna Pistoiese. I militari, nel corso delle loro verifiche, si sono accorti delle migliaia di bottiglie di plastica, contenenti acqua minerale, ammassate al sole,  in un'area esterna, invece di essere conservate in magazzino al fresco, come previsto dalle norme vigenti. Si tratta di 4632 bottiglie di acqua minerale che sono state quindi sequestrate, come previsto dalla legge numero 283/1962. "Le bottiglie di plastica sono realizzate con tereftalato, il quale, una volta entrato in contatto con fonti di calore, rilascia sia antimonio che bisfenolo A o Bpa, sostanze che possono risultare pericolose in particolare per la salute dei bambini", hanno spiegato i carabinieri forestali.

Inoltre la rappresentante legale dell'impresa commerciale è stata segnalata alla autorità giudiziaria. I militari hanno poi trovato settanta confezioni di alimenti scaduti, come yogurt e bevande a base di latte. Anche le confezioni di cibo sono state sequestrate. L'azienda dovrà adesso pagare una multa di 10mila euro.