55 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Omicidio di Pierina Paganelli a Rimini

Pierina Paganelli, la consulente Bruzzone: “Vicenda particolare, aspettiamo di capire cosa accadrà”

Sullo stop agli accertamenti irripetibili sui reparti relativi all’omicidio di Pierina Paganelli, la criminologa Roberta Bruzzone, consulente dell’unico indagato Louis Dassilva, chiarisce: “Abbiamo chiesto di svolgerli con la formula dell’incidente probatorio. Dassilva si dice sereno, non abbiamo motivo di non credergli”
A cura di Gabriella Mazzeo
55 CONDIVISIONI
La criminologa Roberta Bruzzone e Louis Dassilva
La criminologa Roberta Bruzzone e Louis Dassilva
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Dovevano iniziare oggi i primi accertamenti irripetibili su reperti acquisiti in seguito a un tampone vaginale e rettale effettuato sul corpo senza vita di Pierina Paganelli, la 78enne trovata morta 8 mesi fa nel garage del condominio dove viveva a Rimini. Gli accertamenti dovevano essere effettuati sulle risultanze dei tamponi e sul Dna di quello che attualmente è l'unico indagato, Louis Dassilva, il vicino di casa della donna che spontaneamente aveva fornito agli inquirenti il proprio Dna durante le prime indagini.

Quest'oggi si sarebbero dovuti tenere i primi accertamenti ad Ancona e domani quelli a Roma, ma la difesa di Dassilva ha fatto eccezione di incidente probatorio e ora avrà 10 giorni di tempo per presentare richiesta formale. A occuparsi della difesa dell'uomo sono l'avvocato Riario Fabbri e la nota criminologa Roberta Bruzzone nel ruolo di consulente.

Immagine

"In questo momento non ci sono molte novità – ha spiegato a Fanpage.it Bruzzone -. Siamo in attesa di capire come andranno gli accertamenti sui reperti. Abbiamo chiesto di svolgerli con la formula dell'incidente probatorio e per questo motivo oggi sono stati sospesi quelli che erano in programma. Tra qualche giorno presenteremo richiesta formale per l'incidente probatorio e vedremo cosa accadrà".

"Questa vicenda – ha continuato Bruzzone – ha degli aspetti particolari, aspettiamo di capire cosa succederà. Dassilva si dice assolutamente sereno e non abbiamo alcun motivo di dubitare delle sue parole. Speriamo e riteniamo che i risultati degli accertamenti saranno favorevoli. La nostra richiesta di incidente probatorio riguarderà tutti i reperti già indicati".

Dassilva non è stato sottoposto a misura cautelare e ha ricevuto solo l'avviso di garanzia. In Questura, l'uomo si è presentato insieme alla moglie Valeria Bartolucci. Il 34enne era uno dei "sospettati" indicati dagli inquirenti che stavano cercando di ricostruire la dinamica dell'omicidio della 78enne: sotto la lente di ingrandimento degli investigatori vi erano proprio il vicino di casa della donna, sua moglie Valeria, la nuora Manuela Bianchi e il fratello Loris Bianchi.

Durante le prime fasi dell'indagine, era emerso che Manuela Bianchi e Louis Dassilva avevano avuto una relazione extraconiugale che fino a quel momento era rimasta segreta. La stessa Valeria Bartolucci, oggi ex amica di Manuela Bianchi, ha asserito più volte di aver appreso di quella relazione soltanto dalle carte.

55 CONDIVISIONI
77 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views