186 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Omicidio di Pierina Paganelli a Rimini

Pierina Paganelli, perché il vicino Louis è indagato dopo 8 mesi dall’omicidio: “Accertamenti irripetibili”

Perché Louis Dassilva, vicino di casa di Pierina Paganelli, è stato iscritto nel registro degli indagati a 8 mesi dall’omicidio dell’anziana a Rimini: “Accertamenti irripetibili, verranno effettuati l’11 e 12 giugno prossimi”. I commenti di Davide Barzan e Monica Lunedei a Fanpage.it.
A cura di Ida Artiaco
186 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Louis Dassilva è stato iscritto nel registro degli indagati per l'omicidio di Pierina Paganelli, la 78enne di Rimini uccisa con 29 coltellate e trovata cadavere il 3 ottobre scorso nel garage di via del Ciclamino dove viveva. La svolta, a otto mesi dal delitto, è arrivata ieri: all'uomo, classe 1990 e di origine senegalese, vicino di casa della vittima, è stato notificato l'avviso di garanzia e si è presentato insieme alla moglie, Valeria Bartolucci, in Questura.

Perché Louis è stato iscritto nel registro degli indagati adesso

Proprio la coppia formata da Louis e Valeria è stata sin da subito sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti, che avevano concentrato i propri sospetti, oltre che su loro due, anche su altre due persone: Manuela Bianchi, nuora di Pierina Paganelli, perché moglie del figlio Giuliano Saponi, la quale aveva avuto una relazione extraconiugale proprio con Dassilva, e il fratello di quest'ultima, Loris Bianchi. Ma perché, dopo tutti questi mesi, il nome di Louis è stato iscritto nel registro degli indagati?

Dassilva, come ha spiegato la Procura, risulta indagato ai fini di accertamenti irripetibili che verranno effettuati il prossimo 11 giugno ad Ancona e il giorno successivo, il 12 giugno, a Roma presso la Scientifica. In particolare, si fa riferimento nel provvedimento firmato dal pm Daniele Paci all'analisi dei reperti acquisti a seguito di un tampone vaginale e rettale effettuato su Pierina Paganelli. Tali reperti verranno comparati con il Dna dell'indagato, ora difeso dall'avvocato Riario Fabbri, che aveva già fornito spontaneamente nei mesi scorsi agli inquirenti campioni del proprio Dna.

Immagine

Omicidio Pierina Paganelli, si procede alla comparazione del Dna

"Tra martedì e mercoledì prossimi ci saranno accertamenti irripetibili. Louis risultato indagato per questo. È stato rilevato che a seguito del tamponamento rettale e vaginale della vittima vi è la necessità di accertare la presenza di materiale biologico estraneo alla vittima stessa e quindi appartenente all'indagato con gli accertamenti di natura irripetibile. Se la comparazione del Dna di Louis avrà esito positivo, ci sarà prova dirimente che può permettere la misura cautelare nei riguardi di quest'ultimo. Riteniamo che Louis sia comunque totalmente estraneo all'omicidio come da sempre sostenuto. Il pm, però altro, esclude così al momento la responsabilità penale di Loris e Manuela Bianchi che risulta anche come persona offesa", ha detto a Fanpage.it Davide Barzan, criminalista e consulente di parte dello studio Barzan, che difende proprio Manuela

Manuela Bianchi e Davide Barzan.
Manuela Bianchi e Davide Barzan.

Monica Lunedei, avvocato che assiste i figli di Pierina Paganelli, Giuliano, Giacomo e Chiara, ha dichiarato sempre a Fanpage.it che ha "preso atto di questo avanzamento delle indagini, è coerente e in linea con la pista investigativa che stava seguendo la Procura. Abbiamo avuto riscontro perfettamente solido rispetto all'attività che sapevamo in corso. Ricordiamo che avere un indagato è un passaggio tecnico, non equivale ad avere un condannato. Non conosciamo gli elementi che hanno portato a questa iscrizione, ma siamo rincuorati da questo passo in avanti".

186 CONDIVISIONI
77 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views