Il dato odierno sui decessi da Covid nell’ultimo bollettino del Ministero della Salute e della Protezione civile ha fatto sgranare gli occhi a molti: 718 morti. Un incremento particolarmente alto rispetto alle cifre degli ultimi giorni che è legato soprattutto alla notifica di 258 decessi arretrati da parte della regione Sicilia, recentemente al centro di uno scandalo per aver truccato i numeri della pandemia "per evitare la zona rossa".

Il numero reale dei decessi è 460

"Oggi vediamo circa 19mila positivi e   decessi ancora elevati. In realtà però il dato delle morti non è 718 ma 460. Si tratta infatti di un aggiustamento perché la Sicilia ha caricato dati antecedenti pari a 258 decessi. I decessi sono quindi 460, che resta comunque un  numero ancora elevato". Lo ha detto il direttore della Prevenzione del  ministero della Salute Gianni Rezza alla conferenza stampa sull'analisi dei dati del monitoraggio della Cabina di Regia organizzata dal ministero della Salute.. Ieri, 8 aprile, le morti erano state 487, mentre due giorni fa 627. I nuovi casi di Coronavirus sono invece 18.938, a fronte dei +17.221 di ieri e dei +13.708 del 7 aprile.

La Regione ricalcola i dati e in Sicilia spuntano altri 258 decessi

Non si conosce dunque il numero preciso dei decessi odierni in Sicilia, né tantomeno quello dei guariti nelle ultime 24 ore perchè la Regione ha comunicato un numero di guariti (+6.022) che deriva da un ricalcolo effettuato con dati incompleti riferiti alle ultime due settimane e il numero di deceduti (+258) deriva da un ricalcolo effettuato con dati incompleti riferiti a mesi precedenti.