Dramma sfiorato nella mattinata di ieri, lunedì 9 dicembre, a Livorno. Una bimba di appena tredici mesi ha accidentalmente ingerito una piccola decorazione di Natale rischiando di soffocare. Fortunatamente la prontezza di riflessi della madre e il supporto telefonico del personale del 118 hanno impedito il consumarsi di quella che sarebbe stata una tragedia. Secondo quanto ricostruito la bambina, dopo aver portato alla bocca il piccolo addobbo di Natale in gomma che la mamma aveva attaccato alla finestra, ha iniziato a diventare cianotica e a respirare male. La madre ha sentito i suoi lamenti e, nel momento in cui si è accorta dell’accaduto, subito ha chiamato il 118 dove il personale, che ha inviato sul posto un'ambulanza della Croce Rossa, al telefono le ha spiegato le manovre da fare per permettere alla figlia di tornare a respirare. Un intervento provvidenziale dato che poco dopo la situazione è tornata alla normalità.

La bimba si è salvata grazie all'intervento provvidenziale della mamma – Quando i volontari della Croce Rossa e il medico sono giunti sul posto, la bimba aveva infatti già ripreso a respirare anche se con affanno. L'addobbo di gomma era però finito nell'esofago e per precauzione la bambina è stata portata al pronto soccorso per dei controlli. "Abbiamo dovuto aprire il portone d’ingresso con delle spallate – hanno raccontato ai media locali i volontari della Croce Rossa che per primi sono arrivati a casa della bambina – perché era bloccato e neanche i condomini riuscivano a darci una mano. Ci dicevano solo di sbrigarci perché c'era una bambina che rischiava di soffocare. Fortunatamente, quando siamo arrivati nell'appartamento in questione, la situazione era tranquilla grazie all'intervento della madre che, in linea con il 118, ha salvato la vita alla figlia. Una volta capito che la piccola non era più in pericolo di vita abbiamo tirato un bel sospiro di sollievo".