108 CONDIVISIONI

Padova, otto furti in 8 anni. La famiglia terrorizzata: “Ci hanno rubato tutto, siamo esausti”

Il dramma di una famiglia di Vigonza (Padova): “Siamo esausti, ci hanno portato via tutto, persino un’auto”. E nell’ultima irruzione, sabato sera, i ladri hanno rubato “le fedi nuziali di mia madre e di mia nonna”, racconta, affranta, Silvia.
A cura di Biagio Chiariello
108 CONDIVISIONI

Otto furti in 8 anni, l'ultimo della serie soltanto pochi giorni fa, sabato 16 settembre. È l'amarissimo record di una famiglia padovana, residente a Vigonza.

"Abbiamo subìto otto furti in meno di un decennio. Viviamo nella paura", hanno affermato al Corriere del Veneto.

Una questione solo di sfortuna, evidentemente, visto che i topi d'appartamento hanno fatto ‘visita' anche ad altre case di via Buozzi, nella frazione di Peraga. Peraltro, nonostante l'installazione delle telecamere di videosorveglianza e le altre precauzioni adottate negli anni, non è cambiato granché e le irruzioni sono continuate.

A raccontare l'ultimo furto subìto è stata la figlia, Silvia. Sabato scorso dopo una cena, intorno alle 23, i genitori "hanno trovato la casa completamente a soqquadro. I ladri hanno aperto e frugato ovunque, svuotando cassetti e armadi, gettando tutto all'aria".

Dopo aver anche camminato sui letti per spostarsi da una parte all'altra della stanza, i malviventi sono andati via con le fedi in oro "di mia madre e di mia nonna", una catenina, un bracciale e due orecchini.

È assai probabile che i ladri conoscessero nel dettaglio le abitudini e i movimenti dei proprietari dal momento che avrebbero avuto tutto il tempo per rovistare ovunque e in tutte le stanze, evidenzia Silvia.

"Siamo esausti- racconta – abbiamo cercato di metterci in sicurezza, installando telecamere, impianti di allarme, catenacci di vario tipo su porte e finestre. Ma non sono serviti ad evitare i furti in casa. Non sappiamo più cosa fare. Ci hanno rubato di tutto – elenca la donna- persino un’auto mentre eravamo a letto. L’abbiamo trovata, dopo mesi, a Padova. Era mezza distrutta, nel frattempo mio papà ha dovuto comprarmene un’altra".

L'ultimo colpo prima di quello di sabato scorso, era avvenuto nel giugno dell'anno scorso quando i ladri erano addirittura riusciti a svitare le lampadine esterne all'abitazione così da non essere visti per poi scassinare la porta d'ingresso. In quell'occasione, però, i rumori avevano fatto svegliare chi c'era all'interno e i balordi erano fuggiti.

"Sono molto preoccupata. I miei genitori non escono quasi mai di sera, appena lo hanno fatto i ladri ne hanno subito approfittato. Questo significa che di notte girano in continuazione indisturbati cercando case da svaligiare", conclude Silvia.

108 CONDIVISIONI
Perché la vicenda di Padova dimostra quanto sia necessaria una legge per tutelare le famiglie arcobaleno
Perché la vicenda di Padova dimostra quanto sia necessaria una legge per tutelare le famiglie arcobaleno
Rimproverato a scuola, a 8 anni minaccia la maestra con un coltello: l’episodio a Piacenza
Rimproverato a scuola, a 8 anni minaccia la maestra con un coltello: l’episodio a Piacenza
Funerali Giulia Cecchettin il 5 dicembre a Padova, poi una preghiera a Saonora: l’annuncio della famiglia
Funerali Giulia Cecchettin il 5 dicembre a Padova, poi una preghiera a Saonora: l’annuncio della famiglia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni