13 Novembre 2019
13:01

Omicidio-suicidio a Cerignola: uccide la vicina e ferisce la moglie, poi si toglie la vita

Omicidio-suicidio nelle campagne di Cerignola, nella provincia di Foggia. Francesco Ciuffreda, agricoltore di sessantacinque anni, ha ferito gravemente la moglie Giuseppina, ora ricoverata in ospedale, e ha ucciso la vicina di casa, intervenuta in difesa della donna. Poi si è tolto la vita con la stessa arma usata contro le due donne.
A cura di Susanna Picone
immagine di repertorio
immagine di repertorio

Due persone sono morte nella mattinata di oggi, mercoledì 13 novembre, nelle campagne di Cerignola, nel Foggiano. Si tratterebbe di un caso di omicidio-suicidio, registrato in località Posta Aucello. L’autore del delitto, secondo la prima ricostruzione dei fatti, è Francesco Ciuffreda, agricoltore di sessantacinque anni, che avrebbe ucciso una donna, di nazionalità rumena, e poi si sarebbe tolto la vita con una pistola. Anche la moglie di Ciuffreda è rimasta ferita. Sul posto sono intervenuti gli uomini dell’Arma dei Carabinieri per i rilievi del caso e per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

L'omicidio-suicidio in un casolare di Cerignola

L’omicidio-suicidio è avvenuto nel cortile esterno di un casolare di proprietà dei coniugi Ciuffreda. Luminita Brocan, questo il nome della donna uccisa, faceva da custode col marito e viveva in un casolare attiguo. Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, Francesco Ciuffreda, che ha usato una pistola regolarmente registrata, avrebbe sparato alla moglie Giuseppina, ferendola alla testa. A quel punto, la vicina sarebbe intervenuta in difesa della donna e l'uomo le avrebbe sparato ferendola mortalmente all'addome e al torace. Poi l'agricoltore si è suicidato con un colpo alla testa.

La moglie dell'omicida ricoverata in ospedale

È stato il marito di Luminita, che si trovava poco distante in campagna, a dare l'allarme dopo avere sentito gli spari e a chiamare il figlio dell'uomo al telefono. Una volta arrivato sul posto è stato quest’ultimo a soccorrere la madre portandola in ospedale. Giuseppina Pantone è ora ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza a San Giovanni Rotondo. Nelle prossime ore potrebbe essere sottoposta a un intervento chirurgico. Dalla prime informazioni raccolte, sembra che l'uomo stesse attraversando un periodo di depressione dopo avere scoperto di avere una grave malattia.

Omicidio-suicidio nel Padovano, padre uccide la figlia il giorno del suo compleanno e poi si spara
Omicidio-suicidio nel Padovano, padre uccide la figlia il giorno del suo compleanno e poi si spara
Padova, uccide la figlia il giorno del compleanno: prima di sparare la telefonata alla moglie invalida
Padova, uccide la figlia il giorno del compleanno: prima di sparare la telefonata alla moglie invalida
"Se muoio è stata mia moglie": dopo l'sms all'amante caso riaperto, la donna indagata per omicidio
"Se muoio è stata mia moglie": dopo l'sms all'amante caso riaperto, la donna indagata per omicidio
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni