Una nuova scossa di terremoto è stata avvertita in provincia de L'Aquila nella notte. Si tratta di un fenomeno sismico di magnitudo che, secondo le stime iniziali, è di magnitudo 3.5 con epicentro a 3 km da Balsorano (AQ) ad una profondità di 11Km. A darne notizia è l'istituto INGV su Twitter.

Accade a poche ore da un'altra scossa avvertita in prima serata, che ha evidentemente allarmato le popolazioni del luogo, vista la storia sismica recente di queste zone e del centro Italia tutto. Al momento non ci sono segnalazioni di danni a persone o cose, ma tramite i social network, come spesso accade in queste situazioni, arrivano alcune manifestazioni di legittima preoccupazione per il susseguirsi di più scosse nel giro di poche ore. La scossa è stata avvertita distintamente anche nelle zone di Frosinone e di Sora.

Le parole del vicesindaco di Balsorano a Fanpage.it

Negli scorsi minuti ha parlato il vicesindaco di Balsorano Gianni Valentini, che ha rilasciato a Fanpage.it una dichiarazione per illustrare le misure di emergenza attivate dopo la forte scossa avvertita nel pomeriggio: “Subito dopo la scossa forte, quella delle 18.35, il Comune ha attivato il Coc ed ha allestito un centro di prima accoglienza mettendo a disposizione la scuola comunale per eventuali emergenze. Dopo quella scossa ce ne sono state altre di minore entità, forse una ventina, la più significativa e chiaramente avvertita è arrivata alle 00.19 dell’8 novembre. Lo sciame sismico, però, era cominciato la notte precedente, intorno all’1.30 del 7 novembre. Il Comune è adesso presidiato da forze militari e civili. Abbiamo effettuato sopralluoghi sul territorio e non ci sono stati danni a cose o a persone”. Nel comune dell'epicentro, così come in diverse frazioni della stessa zona, le scuole rimarranno chiuse venerdì 8 novembre.

La scossa del pomeriggio in Abruzzo

Nel pomeriggio, infatti, una violenta scossa di terremoto aveva fatto tremare la terra de L'Aquila. Una magnitudo stimata da INGV tra 4.4 e 4.9. Il sisma, verificatosi è avvenuta alle 18.35, ha avuto un epicentro tra Abruzzo e Lazio, a 5 km a sud est di Balsorano, in provincia de L'Aquila, ad una profondità di 14 chilometri. Altri comuni vicini all'epicentro sono Sora e Pescosolido. E' stato avvertito fino a Roma, ad Agnani, a Rieti, in Ciociaria e nell'Alto Lazio, oltre che ad Amatrice e nelle altre zone terremotate del Centro Italia. A quanto si legge sui social, il terremoto sarebbe stato sentito fino alla provincia di Caserta e di Napoli.