Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un operaio di 38 anni è morto a Novara dopo essere caduto da un'impalcatura mentre lavorava. La tragedia è avvenuta in pieno centro città, precisamente in via Greppi, all'angolo con via dell'Archivio. Nella zona sono in corso lavori di ristrutturazione. Il muratore è precipitato al suolo e ha battuto violentemente la testa: anche se i sanitari del 118 sono intervenuti immediatamente appena è scattato l'allarme e hanno fatto tutto il possibile per salvare la vita dell'uomo, purtroppo non c'è stato niente da fare. L'operaio è morto per le gravi ferite riportate. I sanitari non hanno quindi potuto fare altro che constatarne il decesso. Il trentottenne lascia la moglie e due figli.

Sul luogo dell'incidente è intervenuta anche la polizia, per compiere tutti gli accertamenti del caso, e lo Spresal, il Servizio di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro dell'Asl di Novara. La tragedia fa aumentare la lista delle morti bianche in Piemonte: nella regione, da inizio del 2019, se ne contano ormai 30. Secondo dei dati pubblicati dall'Inail qualche giorno fa, che prendono in esame un periodo da gennaio a ottobre, in Piemonte ci sono stati quasi 20mila incidenti sul lavoro, che hanno causato quasi 40mila infortunati.