Due ragazzine che si erano allontanate dalla loro Firenze nella giornata di ieri 18 gennaio 2021 avevano destato grande preoccupazione nella comunità che era in forte apprensione. Le due non erano andate a scuola e le famiglie si sono allarmate appena hanno capito che le ragazze non si erano mai presentate a lezione, facendo subito scattare le ricerche che sono durate un'intera giornata.

Sono state ore di grande preoccupazione per i familiari delle due amichette che avrebbero compiuto la bravata a causa della pressione esercitata dalla scuola su di loro. Non sono noti infatti i progetti delle due ragazzine. Avevano probabilmente deciso di partire, ma la destinazione non è nota. Le 13enni sono state rintracciate durante la notte dalle forze dell'ordine su un treno in procinto di arrivare alla stazione di Lugano diretto in Svizzera. Le 13enni avevano deciso di allontanarsi perché "stressate" dalla scuola. 

Il treno per la Svizzera

Le due sarebbero uscite per raggiungere le loro classi come ogni mattina, ma non ci sono mai andate, cambiando strada verso la stazione. I genitori hanno scoperto dell'allontanamento soltanto nel pomeriggio, quando sono andate a prendere le ragazzine dopo le lezioni. Quando il personale scolastico ha comunicato loro che le bambine non erano mai entrate in classe, i familiari hanno chiamato i carabinieri che hanno iniziato le ricerche nell'immediato.

Le due ragazzine sono state rintracciate grazie ai loro cellulari che in serata hanno agganciato delle celle telefoniche al confine con la Svizzera, riaccendendo la speranza delle forze dell'ordine che le stava cercando. La polizia locale, allertata dai carabinieri, ha raggiunto le ragazzine sul treno che percorreva la tratta tra Chiasso e Lugano e le ha fermate per riconsegnarle ai genitori. Le famiglie hanno raggiunto le due bambine nella notte per riportarle a casa.