Sono sopravvissuti per 33 giorni mangiando noci di cocco su un'isola deserta. Ci sono arrivati a nuoto dopo che la loro barca si è capovolta. Si tratta di tre cittadini cubani che per oltre un mese si sono nutriti di cocco e insetti dopo aver fatto naufragio su un'isola deserta. Una disavventura fortunatamente a lieto fine per il gruppo che sono stati individuati e salvati dalla Guardia Costiera americana durante un'operazione di controllo di routine. Tre uomini e una donna sono stati avvistati su un isolotto disabitato delle Bahamas dopo che un elicottero ha avvistato delle persone che sventolavano una bandiera improvvisata con alcuni stracci.

A causa delle condizioni meteo, i tre sono stati soccorsi dopo una giornata. Nel frattempo gli agenti della Guardia Costiera hanno lanciato agli sfortunati naufraghi acqua e una radio per comunicare con le autorità. O tre cubani hanno detto di essere arrivati sull'isola a nuoto dopo che la loro barca si è capovolta a causa del mare agitato. Un vero e proprio miracolo per i tre cubani.

La loro barca si era capovolta in mare a causa delle condizioni meterologiche avverse e i 3 hanno raggiunto la terraferma a nuoto per evitare di morire annegati. Il pilota di elicotteri Mike Allert ha raccontato di aver visto la bandiera improvvisata e aver sentito le urla dei tre anche da una grande distanza. "È incredibile come abbiano fatto a sopravvivere solo con il cocco per 33 giorni – ha commentato il tenente della Guardia Costiera -. Non è chiaro se stessero cercando o meno di raggiungere la costa americana, in fuga da Cuba, o fossero pescatori ai quali è capitato un incidente mentre si trovavano in barca". Saranno i tre a raccontare la storia dopo essere stati tratti in salvo. I tre hanno mangiato per tanto tempo solo noci di cocco e insetti.