Dopo una fase di maltempo, che ha interessato prima il centro nord e poi i sud, seguita da una instabilità meteorologica caratterizzata da temperature nella media stagionale o anche sotto, per l'Italia si delinea un nuovo ritorno al caldo torrido del mese scorso, non a caso uno dei più caldi di sempre. Secondo le ultime previsioni meteo a medio termine, infatti, la Penisola sta per essere invasa da un nuovo  campo di alta pressione di origine africana che porterà tempo soleggiato quasi ovunque a partire da lunedì prossimo ma soprattutto un rialzo termico consistente che farà sentire i suoi effetti già all'inizio della prossima settimana. Grazie al caldo africano, in molte zone della Penisola infatti le colonnine di mercurio raggiungeranno i 38 gradi centigradi.

Meteo, tanta umidità e aumento della sensazione di afa

I primi effetti di questa nuova fiammata di caldo in realtà si faranno sentire già a partire da questa domenica 21 Luglio quando le temperature raggiungevano valori intorno ai 35 gradi su diverse zone del Nord e del Centro. Saranno i primi effetti dell'anticiclone africano che, come accaduto a giugno, risalirà il Mediterraneo per attestarsi sopra l'Europa centro-occidentale dando il via alla nuova fase di caldo torrido. Ad essere interessate saranno prima le regioni centro settentrionali e poi quelle meridionali. La massa d'aria rovente proveniente dal deserto del Sahara però porterà anche tanta umidità con conseguente aumento della sensazione di afa, in particolare nelle pianure del nord e nelle grandi città.

Previsioni Meteo: a fine luglio aria più fresca

Come conseguenza di questa situazione meteo potremmo assistere non solo a giornata di caldo opprimente ma anche a nuove notti roventi  durante le quali le temperature non si abbasseranno a sufficienza per farci provare sollievo. Al contrario di quanto accaduto con quella precedente, però, con la nuova ondata di caldo non si dovrebbero sfondare i picchi dei 40 gradi e soprattutto non dovrebbe avere la stessa lunga durata. Secondo le ultime previsioni meteo a lungo termine, infatti, negli ultimi giorni del mese di Luglio si attende un rapido peggioramento a causa del transito di aria più fresca ed instabile di origine atlantica.