Attila ha raggiunto la penisola e sta portando intenso maltempo in gran parte del Paese. Da ieri risulta particolarmente colpito da piogge diffuse e nevicate fin sopra i 300/400 metri il Nord-Est e in queste ore il maltempo si sta spostando gradualmente verso il Centro adriatico e il Sud-Italia. Già oggi, martedì 14 novembre, si attendono piogge e temporali sulle regioni adriatiche, sulla Sardegna orientale e su gran parte delle regioni meridionali e in serata, secondo le previsioni degli esperti del sito ilmeteo.it, peggiorerà ulteriormente su Marche meridionali, Abruzzo e Molise, dove potranno verificarsi dei nubifragi. Piove anche in Romagna, mentre migliora il tempo sul resto del Nord, salvo ultimi annuvolamenti sul Triveneto. Con Attila è già arrivata anche la neve: in queste ore, come si diceva, sono previste nevicate sopra i 300/400 metri al Nord-Est e in Toscana, fino a valle su Alpi e Prealpi; sopra i 1000 metri sull'Appennino centrale, e a quote via via superiori man mano che si scende verso il Sud. Neve già a 950 metri in Sardegna e possibile pioggia mista a neve sulla pianura emiliana e romagnola.

Neve, venti forti e calo delle temperature – Come previsto, la prima nevicata della stagione è arrivata ieri in Emilia-Romagna e ha portato con sé disagi alla circolazione in particolare nel nodo ferroviario di Bologna, lungo la linea per Prato e Pistoia, lungo l’autostrada A14, nelle strade provinciali e in Appennino dove si sono registrati anche 40 centimetri di neve. I maggiori problemi in città si sono registrati a Bologna mentre a causa della pioggia battente le maggiori criticità si sono registrate a Ravenna e in Romagna. Previsti inoltre ancora venti fortissimi, con raffiche fino a 100 km/h. Per quanto riguarda le temperature, è previsto un significativo calo termico di 4-8 gradi al Centro-Nord, poi anche al Sud. Si registrano valori massimi sotto i 13 gradi al Nord, non più alti di 15 gradi al Centro e fino a 17 gradi nelle regioni meridionali.