0 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Esami di Maturità 2024

Maturità 2024, vietato l’uso di cellulari e pc: cosa rischiano gli studenti che violano le disposizioni

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito con la nota numero 22479 del 30 maggio ha spiegato che per gli studenti impegnati con la Maturità 2024 c’è il divieto di portare con sé durante le due prove scritte e l’orale cellulare e pc personale, pena l’esclusione dalle stesse.
A cura di Ida Artiaco
0 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il Ministero dell'Istruzione e del Merito ha pubblicato nei giorni scorsi una nota (la n. 22479 del 30 maggio) con la quale ha spiegato cosa si può portare e cosa non si può portare all'esame di Maturità 2024, che comincerà il prossimo 19 giugno per 500mila studenti con la prima prova d'italiano, e quali sono le conseguenze a cui va incontro chi non osserva le disposizioni.

Per quanto riguarda i candidati all'esame, il MIM precisa che è "assolutamente vietato, nei giorni delle prove scritte, utilizzare a scuola telefoni cellulari, smartphone e smartwatch di qualsiasi tipo, dispositivi di qualsiasi natura e tipologia in grado di consultare file, di inviare fotografie e immagini, nonché apparecchiature a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere, fatte salve le calcolatrici scientifiche e/o grafiche elencate nelle note della scrivente Direzione generale n. 9466 del 6 marzo 2024 e n. 22213 del 29 maggio 2024″.

Inoltre, "è vietato l’uso di apparecchiature elettroniche portatili di tipo palmare o personal computer portatili di qualsiasi genere in grado di collegarsi all’esterno degli edifici scolastici tramite connessioni wireless, comunemente diffusi nelle scuole, o alla normale rete telefonica con qualsiasi protocollo".

Cosa succede a coloro che non osservano tali disposizioni? "Nei confronti di coloro che violassero tali disposizioni è prevista, secondo le norme vigenti in materia di pubblici esami, l’esclusione da tutte le prove di esame", ha aggiunto il Ministero, che ha infine ricordato che Presidenti e Commissari hanno il compito di vigilare sul rispetto di tali divieti.

Nella stessa nota è precisato che le commissioni d'esame "dovranno essere messe in condizione di servirsi di computer collegati alla rete internet e delle stampanti in uso nelle scuole". Inoltre, dovranno essere messi a disposizione delle Commissioni, per le varie esigenze operative, il telefono, il fax, le attrezzature e i mezzi di comunicazione in dotazione. Infine, è ancora sottolineato nella nota, "gli uffici di segreteria dovranno provvedere a inserire tutti i dati degli studenti necessari per l’utilizzo dell’applicativo Commissione web".

0 CONDIVISIONI
349 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views