Una laurea è già di per sé un gran bel traguardo, ma quando a raggiungerlo è una coppia – marito e moglie – per di più nello stesso giorno, col massimo dei voti e con il medesimo relatore, diventa una notizia. I protagonisti sono Matteo Ghiotto, 36 anni, di Novalesa, e Noemi Blanc, 31, di Oulx, sposati da poco meno di un anno fa, il 10 agosto 2019, iscritti alla facoltà di scienze della formazione dell'Università di Torino, hanno discusso entrambi la tesi nel pomeriggio di giovedì 25 giugno di fronte allo schermo di un computer, come tutti i laureandi dell’emergenza Coronavirus.

“Alle 19 abbiamo assistito insieme alla proclamazione ed è stato emozionante” racconta Matteo nonostante per lui sia la terza laurea e per sua moglie la seconda. “Come tanti giovani italiani-  dice Matteo a Repubblica –  Non siamo un’eccezione, l’eccezione è essersi laureati lo stesso giorno. E pensare che non l’avevamo programmato”. La coppia vive a Novalesa, in Val di Susa. Noemi è insegnante, laureata con il vecchio ordinamento e ha deciso qualche anno fa di iscriversi di nuovo all’università per ottenere l’abilitazione alla scuola dell’infanzia con il nuovo ordinamento. Matteo, assessore, lavora nella Città metropolitana di Torino per la salvaguardia delle minoranze linguistiche, ed è laureato in scienze linguistiche, ma sua moglie lo ha convinto a ricominciare a studiare.

Durante il lockdown si sono ritrovati preparare la tesi insieme. “Sembra assurdo dire grazie al lockdown, ma questa situazione ci ha permesso di metterci in pari con lo studio. Noemi aveva ancora due esami da dare prima della laurea, io ero indietro con la tesi e mai mi sarei sognato di discuterla a giugno. Ma alla fine in questi mesi ci siamo dati da fare". Matteo e Noemi hanno scelto anche lo stesso relatore, Marco Davide Tonon, professore di Fondamenti e didattica di scienze naturali.

Ed ora che il periodo dello studio si è concluso, per i due ragazzi ne comincia uno anche più importante. Noemi, mentre scriveva la tesi, ha scoperto di essere incinta. “In tanti ci dicevate che finito di studiare avremmo dovuto pensare a un bambino ma alla laurea eravamo già in tre”, scrive Matteo sulla sua pagina Facebook annunciando la dolce attesa.