Il maltempo che da due giorni si sta abbattendo sull'Italia continua a non dare tregua: agli ingentissimi danni causati dalle piogge e soprattutto dal fortissimi vento, infatti, vanno purtroppo aggiunte anche dieci  vittime, gli ultimi dei quali sono un vigile del fuoco volontario schiacciato in Alto Adige da un grosso albero e una donna morta in Val di Sole, dove è esondato un fiume. Le condizioni meteorologiche sono così proibitive che in sette regioni è stata diramata l'allerta rossa, con la Presidenza del Consiglio che ha mobilitato gli uomini della Protezione Civile e il Ministero degli Interni che ha invitato i prefetti delle zone maggiormente colpite a chiudere scuole e uffici. Le condizioni meteo sono previste in lieve miglioramento per la giornata di oggi, salvo peggiorare nuovamente domani, quando una perturbazione atlantica che porterà anche un sensibile calo delle temperature.

 

Il bilancio del maltempo: otto morti e numerosi feriti

Il bilancio delle vittime è, come detto, già pesante. Un ragazzo di 21 anni della provincia di Caserta è morto schiacciato da un alberto mentre camminava nel quartiere Fuorigrotta di Napoli. Il giovane è deceduto poco dopo il trasporto all'ospedale San Paolo. Sempre la caduta di un albero ha causato altri due morti a Castrocielo, in provincia di Frosinone: a perdere la vita all'interno di una Smart schiacciata Rudy Colantonio, imprenditore di Arce e una sua amica. L'auto è stata travolta dal pino che non ha dato scampo ai due occupanti. Un altro uomo è morto a Terracina per ragioni simili: la vittima, di mezza era al volante della sua auto che è stata travolta da un albero abbattuto dal vento. Una persona è morta travolta da un albero durante un forte temporale che si è abbattuto ieri sera a Feltre (Belluno); sorte simile quella capitata a un vigile del fuoco volontario  morto a San Martino in Badia, in provincia di Bolzano. Una donna è deceduta anche ad Albisola Superiore, in provincia di Savona. La donna, durante una tromba d'aria, è stata colpita da un oggetto fatto volare dal vento. Soccorsa, è stata portata all'ospedale di Savona dove è morta. In mattinata è stato poi recuperato il corpo senza vita di un'altra donna, in Val di Sole. Due morti anche in mare: un velista a largo di Catanzaro e un appassionato di kitesurf in Romagna. Alle dieci vittime accertate vanno aggiunti un disperso in Calabria e decine di feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni.

 

Scuole chiuse in tutta Italia: ecco dove

L'eccezionale ondata di maltempo ha convinto molti sindaci a chiudere le scuole per la giornata di oggi allo scopo di limitare il più possibile la circolazione di auto sulle strade. A Roma un'ordinanza del Campidoglio ha disposto la chiusura degli istituti di ogni ordine e grado. Situazione identica in Veneto e Trentino, dove comunque saranno regolari le lezioni all'università.  Passando a Nord Ovest, con l'allerta rossa per le piogge prolungata fino a oggi alle 15  le scuole saranno chiuse in tutto lo Spezzino e in parte del Tigullio (Santa Margherita, Rapallo, Chiavari, Portofino, Sestri Levante). Gli studenti resteranno a casa anche a Brescia e Grosseto, così come a Napoli e in molti altri comuni campani.

Venezia, Basilica di San Marco danneggiata dall'acqua alta

L'acqua della laguna è arrivata ad allagare anche il corpo principale della Basilica di San Marco a Venezia bagnando qualche decina di metri quadri del millenario pavimento a mosaico in marmo di fronte all'altare della Madonna Nicopeia e inondando completamente il Battistero e la Cappella Zen. "L'acqua ha raggiunto i 90 centimetri sopra il pavimento mosaicato del Nartece, bagnando i monumentali portoni in bronzo bizantini, le colonne, i marmi", lo ha reso noto il Primo Procuratore di San Marco, Carlo Alberto Tesserin.