Il maltempo che nelle ultime ore sta mettendo in ginocchio parte dell'Italia non accenna a migliorare nelle prossime ore: temporali sono previsti ancora su alcune regioni del Centro Nord e anche al Sud, dove le amministrazioni comunali hanno deciso di tenere chiuse le scuole di ogni ordine e grado oggi, lunedì 4 novembre. La situazione è particolarmente difficile in Liguria, dove sono esondati due fiumi, e in Campania, soprattutto nella provincia di Salerno, dove 100 persone sono state evacuate per il rischio alluvioni. Ecco, di seguito, l'elenco delle città dove le lezioni saranno sospese oggi per l'allerta meteo e che è tuttavia in aggiornamento: non è escluso che nelle prossime ore possano unirsi altri comuni.

Maltempo, in Liguria scuole chiuse a Sestri Levante

La Liguria è una delle regioni più colpite dal maltempo nelle ultime ore tra frane, esondazioni e allagamenti soprattutto nell'area del Levante, dove l'allerta della Protezione civile da arancione è passata a rosso. Le piogge più intense sono cadute tra Sestri Levante, Casarza Ligure e Moneglia, dove si sono verificate locali esondazioni dei torrenti Gromolo e Petronio tra Sestri Levante e Casarza e dei rivi San Lorenzo e Bisagno a Moneglia. Proprio in questa zona oggi, lunedì 4 novembre, le scuole resteranno chiuse. Il provvedimento, che riguarda anche gli asili nido, è stato preso dalle amministrazioni locali di Sestri Levante, Borzonasca, Casarza Ligure e Mezzanego.

Scuole chiuse per maltempo in Campania: ecco dove

Situazione critica anche in Campania, dove pure per oggi, lunedì 4 novembre vi è allerta della Protezione Civile, dopo che già domenica in provincia di Salerno almeno cento famiglie delle fasce pedemontane sono state evacuate in via precauzionale per il rischio di alluvioni e di colate di fango. Pertanto, per evitare pericoli alla sicurezza degli studenti resteranno chiuse oggi le scuole a Nocera e Mugnano, in provincia di Napoli. Occhi puntati anche sulla Toscana e sul Piemonte, dove è caduta neve abbondante. Ma al momento le scuole in questi territori restano aperte in attesa di ulteriori aggiornamenti.