È ancora allerta rossa in Emilia Romagna. Il maltempo non dà tregua, e una nuova perturbazione di origine atlantica sta interessando in queste ore gran parte del Nord e parte delle regioni centro-meridionali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. Dal primo mattino di oggi, martedì 19 novembre, si prevedono precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lazio e Campania, specie sui rispettivi versanti occidentali e sulla Sicilia. Le precipitazioni saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Attese nel pomeriggio anche neve a quote superiori agli 800-1000 metri su Piemonte, entroterra ligure di Ponente, Lombardia e provincia autonoma di Bolzano. Da domenica sono stati 5000 gli interventi dei vigili del fuoco per il maltempo in sole 5 Regioni, ovvero Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Campania.

Maltempo e allerta meteo, l'elenco delle regioni a rischio

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la oggi allerta rossa sul settore orientale dell’Emilia-Romagna e allerta arancione sulla Provincia Autonoma di Bolzano e su settori di Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Inoltre è allerta gialla nella Provincia Autonoma di Trento, in Friuli Venezia Giulia, in Umbria, in Calabria, in Sicilia, sui restanti territori di Liguria, Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, sull’area sud-orientale del Piemonte, su gran parte di Toscana e Lazio, sul settore occidentale dell’Abruzzo, sul versante costiero della Campania, su gran parte di Molise e Puglia.

Maltempo, allerta rossa per criticità idraulica in Emilia Romagna

A far paura in Emilia Romagna sono i fiumi. L’allerta rossa è valida fino alla mezzanotte per criticità idraulica, ossia appunto per i fiumi sulla pianura emiliana orientale e sulla costa ferrarese. Ad emettere l’allerta meteo sono l'Arpae e la Protezione Civile regionale che hanno segnato anche una allerta arancione per criticità idraulica e idrogeologica sul resto della regione, esclusa, la Romagna in cui l'allerta è gialla e per criticità costiera sulla riviera romagnola e ferrarese. I quantitativi di precipitazioni più rilevanti stimati in 24 ore, tra le 12 di ieri e le 12 di oggi sono compresi tra i 50 e i 60 millimetri sulle alture del Parmense e del Piacentino, e tra i 20 e 35 millimetri sempre nel Piacentino e nel Parmense Nel Modenese, nel Reggiano, nel Bolognese e nel Ravennate. Il quadro meteo impatta su una situazione idraulica e idrogeologica già difficile, con terreni saturi di acqua e arginature provate.