Non solo nubifragi e forti raffiche di vento, il maltempo che in queste ore ha colpito la Sardegna scaraventando al suolo in alcune zone vere e proprie bombe d'acqua, ha scatenato sull'Isola anche una valanga di fulmini: oltre quattordicimila in appena poche ore. È quanto ha reso noto Dario Secci , esperto meteorologo della rete "Sardegna Clima" che ha monitorato per tutta la giornata di oggi l'ondata di maltempo che si è scatenata sulla Sardegna colpendo in particolare  la parte meridionale dell'Isola. Secondo Secci si tratta di un vero e proprio record a livello europeo. "Quasi 14mila fulmini, uno dietro l'altro, si sono abbattuti da questa mattina sulla Sardegna" ha dichiarato i meteorologo, aggiungendo: "A osservare le mappe che oggi registrano l'attività elettrica sul Continente, la Sardegna in questo momento è la zona più attiva d'Europa per numero di fulmini caduti".

Sardegna, fulmine colpisce areo in atterraggio

Fulmini che non hanno causato danni ma uno di loro però ha generato disagi ai viaggiatori dopo aver colpito un aereo di linea della compagnia Vueling proveniente da Barcellona con a bordo 130 persone e in fase di atterraggio all'aeroporto di Cagliari-Elmas. L'aereo non ha subito danni particolari ed è atterrato senza problemi ma il pilota ha dovuto comunque segnalare che il velivolo era stato colpito da un fulmine e l'apparecchio non è potuto ripartire. Per consentire per le opportune verifiche e i 175 passeggeri in attesa di raggiungere la Spagna hanno dovuto attendere un altro volo.

Proprio su Cagliari città il pluviometro del Cedoc ha segnalato in poche ore oltre 26 millimetri di pioggia caduti. Come ha spiegato lo stesso esperto, in zona "si stanno registrando forti raffiche di ‘downburst' di cui stiamo monitorando l'evoluzione". Si tratta di un fenomeno che consiste in una forte corrente discensionale accompagnata da temporali molto violenti. La situazione non è destinata migliorare a breve visto che la Protezione civile ha diramato per giovedì una nuova allerta gialla anche per la Sardegna segnalando ancora  frequente attività elettrica.