Il maltempo insiste sull'Italia dove continuano anche domani, mercoledì 23 settembre, temporali e forti raffiche di vento. Le previsioni hanno spinto la Protezione civile ha dimaramare allerta meteo gialla su ben dodici regioni, dove potrebbero verificarsi allagamenti e frane a causa dei fenomeni in arrivo, anche di una certa intensità: si tratta di Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, dove vi è anche allerta arancione per rischio idrogeologico, Molise, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto. Ecco, di seguito, il dettagli dei territori a rischio.

Allerta meteo 23 settembre: tutte le regioni a rischio

Come è specificato sul sito della Protezione civile, sono 12 le regioni in allerta meteo gialla a causa dei temporali in arrivo domani, mercoledì 23 settembre. A ciò si aggiunga l'allerta arancione in Lombardia per rischio idreogeologico. Di seguito, l'elenco aggiornato delle regioni:

  • Basilicata: Basi-A2, Basi-C, Basi-D;
  • Calabria: Versante Tirrenico Centro-meridionale, Versante Tirrenico Centro-settentrionale, Versante Tirrenico Settentrionale;
  • Emilia Romagna: Bacini emiliani occidentali, Bacini emiliani orientali, Bacini emiliani centrali;
  • Lazio: Aniene, Bacini Costieri Sud, Bacino del Liri, Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Appennino di Rieti, Bacini di Roma;
  • Liguria: Bacini Liguri Marittimi di Levante, Bacini Liguri Padani di Levante, Bacini Liguri Marittimi di Centro;
  • Lombardia: Bassa pianura occidentale, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Valchiavenna, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale, Appennino pavese;
  • Molise: Alto Volturno – Medio Sangro;
  • Puglia: Salento, Puglia Centrale Adriatica, Bacini del Lato e del Lenne, Puglia Centrale Bradanica;
  • Sicilia: Nord-Orientale, versante ionico, Nord-Orientale, versante tirrenico e isole Eolie;
  • Toscana: Mugello-Val di Sieve, Ombrone Gr-Alto, Ombrone Gr-Medio, Serchio-Garfagnana-Lima, Serchio-Costa, Valdarno Inf., Valdelsa-Valdera, Arno-Costa, Valdichiana, Etruria, Fiora e Albegna, Fiora e Albegna-Costa e Giglio, Arno-Casentino, Arno-Valdarno Sup., Arno-Firenze, Bisenzio e Ombrone Pt, Etruria-Costa Nord, Lunigiana, Reno, Romagna-Toscana, Serchio-Lucca, Versilia, Valtiberina, Ombrone Gr-Costa;
  • Umbria: Trasimeno – Nestore, Chiani – Paglia, Chiascio – Topino, Nera – Corno, Alto Tevere, Medio Tevere;
  • Veneto: Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige.

Le previsioni meteo di domani, 23 settembre

Su tutta l'Italia si assisterà nelle prossime ore ad un generale peggioramento delle condizioni meteo. Già a partire dal pomeriggio di oggi, martedì 22 settembre, ci sarà il persistere di precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Lazio e Umbria; attese inoltre precipitazioni sulla Liguria e sulla Puglia centro-meridionale. Dalle prime ore di domani, mercoledì 23 settembre, le precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, persisteranno su Lombardia e Toscana. Ovuqnue i fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. L'Italia sarà dunque bersaglio di una perturbazione autunnale. Più sole previsto solamente sulla Sardegna, sul versante adriatico e ancora al Sud.