5 Novembre 2017
11:15

Macerata: uomo tenta suicidio coi gas di scarico dell’auto, salvato dai cani

Un branco di cani di un pastore ha circondato l’auto abbaiando e in questo modo dato l’allarme. I carabinieri, poco dopo, hanno scoperto che nell’abitacolo c’era un uomo che stava tentando il suicidio.
A cura di D. F.

Un bigliettino con un messaggio decisamente inquietante aveva allarmato i familiari di un uomo di Pollenza, in provincia di Macerata, che ieri mattina hanno chiamato i carabinieri e vigili del fuoco chiedendo aiuto. L'uomo, di 55 anni, aveva fatto riferimento all'acqua in quello che appariva come un messaggio di addio: era uscito da diverse ore con la sua Volvo,  così i soccorritori avevano fatto scattare le ricerche temendo subito il peggio. Analizzando le celle agganciate dal telefonino dello scomparso, sono riusciti a restringere progressivamente il campo.

La svolta intorno alle 8 di ieri mattina: i cani di un allevatore di pecore che lascia per la notte gli ovini in una struttura nella zona hanno cominciato ad abbaiare con sempre maggiore insistenza nei pressi di una Volvo. Il comportamento degli animali ha attirato l’attenzione di un passante, che si è avvicinato, ha notato che c’era un uomo riverso nell'abitacolo della vettura e ha allertato i carabinieri. L’uomo aveva collegato un tubo a quello di scarico, per farlo arrivare fino all’abitacolo, ed aveva sigillato i vetri dell’auto con del nastro adesivo, quindi si era seduto al posto di guida e aveva acceso il motore.

I gas di scarico lo avevano già stordito all’arrivo de militari, ma è stato lui stesso – dopo essersi accorto che il suo piano non avrebbe avuto successo – ad aprire lo sportello: è stato così caricato sull’ambulanza e portato all’ospedale di Jesi, dove intanto era arrivata la moglie con alcuni parenti. Dopo essere stato sottoposto ai primi accertamenti, il pollentino verrà trasferito in un ospedale dotato di camera iperbarica per la terapia necessaria dopo l’inalazione di ossido di carbonio.

“Legati in vita e in morte”, l'addio al papà suicida e al figlio di 18 mesi dimenticato in auto
“Legati in vita e in morte”, l'addio al papà suicida e al figlio di 18 mesi dimenticato in auto
Il carabiniere che ha salvato una bimba bloccata in auto:
Il carabiniere che ha salvato una bimba bloccata in auto: "Bisognava agire subito e l'ho fatto"
202.603 di Fanpage.it Milano
Paura a Torino, aggredisce la moglie a martellate davanti ai figlioletti e tenta il suicidio
Paura a Torino, aggredisce la moglie a martellate davanti ai figlioletti e tenta il suicidio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni