124 CONDIVISIONI
11 Settembre 2021
19:42

Livorno, operaia resta incastrata coi capelli nel nastro trasportatore. Salvata dalle colleghe

Una nuova tragedia sul lavoro è stata sfiorata oggi a Livorno, dove un’addetta alle pulizie di 21 anni è rimasta incastrata coi capelli nel nastro trasportatore di un macchinario che, fortunatamente, si è bloccato prima di stritolarla. A dare l’allarme ai soccorritori sono state le colleghe della giovane operaia.
A cura di Davide Falcioni
124 CONDIVISIONI
Immagine d’archivio
Immagine d’archivio

Una nuova tragedia sul lavoro è stata sfiorata oggi a Livorno e la dinamica dell'incidente ricorda quello che ha visto vittima Luana D'Orazio, 22enne rimasta schiacciata in un orditorio di una fabbrica tessile di Oste di Montemurlo, in provincia di Prato. Questa volta è andata meglio a una ragazza di 21 anni, addetta alle pulizie, che è rimasta incastrata sotto ad un macchinario in uno stabilimento di un'azienda livornese. La giovane, stando a quanto accertato, stava svolgendo le sue mansioni quando un nastro trasportatore in funzione l'ha trascinata per i capelli all'interno di un macchinario che però, fortunatamente, nel giro di pochi istanti si è spento da solo. Evidentemente il sistema di sicurezza ha funzionato ed ha evitato una nuova morte, o un gravissimo infortunio per la 21enne.

Le colleghe della donna hanno subito dato l'allarme ai soccorritori e sul posto sono intervenuti i volontari della Misericordia di Livorno con il medico del 118. Non appena arrivati hanno richiesto anche il supporto dei vigili del fuoco in quanto la 21enne era rimasta bloccata sotto al macchinario. I pompieri hanno spostato alcune griglie ed estratto la giovane, permettendo ai soccorritori di prendersi cura di lei. L'operaia è stata accompagnata in ospedale per ulteriori accertamenti. Sul posto sono intervenuti anche i funzionari dell'ufficio del lavoro dell'Asl per verificare l'esatta dinamica di un incidente che avrebbe potuto avere conseguenze letali per la vittima come accaduto il 3 maggio a Luana D'Orazio, operaia tessile in una ditta toscana morta – secondo l'accusa – per la manomissione della macchina su cui stava lavorando. Un "sabotaggio" che avrebbe dovuto aumentarne la velocità a scapito però della sicurezza.

124 CONDIVISIONI
Resta intrappolata sotto un masso ed è in pericolo: beagle salvata dai vigili del fuoco
Resta intrappolata sotto un masso ed è in pericolo: beagle salvata dai vigili del fuoco
541 di Viral News
Camion contro autocarro in A4, grave il conducente. Code fino a 11 km: carreggiata coperta di cereali
Camion contro autocarro in A4, grave il conducente. Code fino a 11 km: carreggiata coperta di cereali
Torino, vigile lancia un mozzicone acceso dalla finestra e brucia i capelli di un bimbo di 7 mesi
Torino, vigile lancia un mozzicone acceso dalla finestra e brucia i capelli di un bimbo di 7 mesi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni