11 Aprile 2022
19:08

Livorno, molotov contro la villa di un imprenditore russo

La scorsa notte ignoti hanno lanciato una bottiglia incendiaria contro l’ingresso di una villa di Castiglioncello, in provincia di Livorno, appartenente a un cittadino russo.
A cura di Davide Falcioni

La scorsa notte ignoti hanno lanciato una bottiglia incendiaria contro l'ingresso di una villa di Castiglioncello, in provincia di Livorno, appartenente a un cittadino la cui unica colpa è quella di avere un passaporto russo. L'attentato, i cui contorni non sono ancora stati chiariti, si è verificato nel cuore della notte ,quando è stata lanciata una rudimentale molotov contro la porta di ferro dell'edificio, che si trova non distante dal lungomare della località turistica a sud di Livorno.

L'incendio doloso – che si sospetta possa essere legato all'invasione dell'Ucraina da parte della Russia – ha provocato dei danni sia al sistema di videosorveglianza della villa che all'ingresso. Le fiamme sono state domate dai vigili del fuoco senza che siano stati interessati altri fabbricati della zona. Non si segnalano persone coinvolte. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Cecina che stanno cercando di ricostruire nel dettaglio le modalità con cui si è sviluppato l'incendio e la matrice del gesto, anche se tutto lascerebbe pensare a un gesto dimostrativo dovuto situazione internazionale; è questa una delle piste su cui indagano i militari. L'imprenditore russo possiede la villa da tempo. Ha 39 anni ed è attivo nel campo dell'edilizia; l'uomo avrebbe diversi interessi nel nostro Paese. L'edificio porta il nome dei Pontello, famiglia di imprenditori edili fiorentini che furono proprietari della Fiorentina negli anni '80 e '90. I Pontello a inizio anni 2000 riuscirono a vendere la villa a un professionista di Firenze, quindi circa otto anni fa ci fu una nuova vendita, stavolta al costruttore russo che ne è attuale proprietario. Secondo le cronache dell'epoca fu pagata 7 milioni di euro. Come ricorda La Nazione Villa Pontello confina con Villa Godilonda, residenza marina che fu di Gabriele D'Annunzio.

Rapina nella villa di De Cecco, l'imprenditore:
Rapina nella villa di De Cecco, l'imprenditore: "In ostaggio moglie e figlia, ai ladri ho dato tutto"
Livorno, uccide il padre mentre dorme poi tenta il suicidio:
Livorno, uccide il padre mentre dorme poi tenta il suicidio: "Vivevano nel degrado e senza soldi"
Tentano il sequestro lampo di un imprenditore, agente si sostituisce alla vittima e ferma i malviventi
Tentano il sequestro lampo di un imprenditore, agente si sostituisce alla vittima e ferma i malviventi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni