immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

L’ennesimo tragico incidente stradale lungo le strade pugliesi è costato la vita una agente di polizia nelle scorse ore in provincia di Lecce. La vittima è Tommaso Verdoscia, Assistente capo coordinatore della polizia di stato della questura di Lecce, in servizio presso la Prefettura dello stesso capoluogo. Il 49enne si stava recando proprio al lavoro per il turno di notte quando è rimasto coinvolto in un drammatico schianto che non gli ha lasciato scampo. Il dramma si è consumato in pochi attimi nella tarda serata di ieri, domenica 21 giugno, lungo la strada provinciale Lecce-Maglie. Verdoscia, che abitava a Sternatia, a sud del capoluogo salentino, stava andando in auto al lavoro per il turno che iniziava a mezzanotte e sarebbe dovuto finire alle 7 del mattino di oggi.

A lavoro però purtroppo il poliziotto non è mai arrivato, spegnendosi per sempre lungo la strada: il suo nome si è aggiunto alla lunghissima e triste lista dei decessi per sinistri stradali. La sua vettura, per motivi tutti da accertare, ha sbandato uscendo fuori strada e finendo la sua corsa con un violentissimo schianto all'altezza dello svincolo per Cavallino, poco fuori Lecce. Drammatica la scena che si è presentata ai primi soccorritori giunti sul posto. Nell’impatto la vettura dell’agente infatti si è ribaltata ed è stata anche travolta da una seconda auto che sopraggiungeva nei pressi di un ipermercato. Dopo l’allarme sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e l’ambulanza del 118, i sanitari hanno provato in tuti i modi a salvargli la vita ma ogni sforzo si è rivelato inutile. Dopo averlo stabilizzato, i soccorsi medici del 118 lo hanno portato d’urgenza con l’ambulanza all’ospedale Vito Fazzi di Lecce dove però purtroppo Verdoscia è deceduto poche ore dopo il so arrivo nonostante gli sforzi dei medici.