La Guangxi Beibu Gulf Airlines è stata costretta a cancellare uno dei suoi voli tra Wifang e Haikou, in Cina. Un passeggero aveva infatti gettato una moneta all'interno del motore per "scaramanzia". Lo scopo, ha spiegato, era quello di "benedire il viaggio". Il personale di terra ha riferito che il passeggero stava camminando verso l'aereo della GX Airlines, all'aeroporto di Weifang, quando si è fermato per lanciare alcune monete nel motore del velivolo fermo sulla pista di decollo. Gli altri passeggeri hanno notato il gesto e hanno allertato l'equipaggio.

I 148 passeggeri che avrebbero dovuto partire con il volo della Guangxi Beibu Gulf Airlines sono stati evacuati mentre il responsabile del gesto è stato portato negli uffici della polizia per essere interrogato. Rischia cinque giorni di carcere, ma le intenzioni del passeggero sarebbero state "buone" secondo quanto racconta. L'uomo, di fede buddista e profondamente credente, ha detto di aver lanciato le monetine credendo di "garantire sicurezza all'aereo". All'interno del motore sono state trovate 8 monete. Il metallo, a contatto con il motore di un aereo, avrebbe potuto causare gravi danni alle pale o, nel peggiore dei casi, un incendio.

L'aereo ha potuto ripartire la mattina successiva. La compagnia aerea ha ricordato ai passeggeri tramite altoparlante che tutti devono rispettare le leggi e i regolamenti dell'aeroporto. Sono vietati quindi i comportamenti che possono compromettere la sicurezza dei voli e dei passeggeri pronti a imbarcarsi. Anche se apparentemente insolito, il fenomeno è molto comune negli aeroporti cinesi. Sono diversi i passeggeri che vengono sorpresi a lanciare monete nei motori degli aerei come gesto per ingraziarsi la sorte e garantire la sicurezza dei voli in partenza. Per questo motivo il personale è sempre molto attento ad evitare episodi di questo tipo.