I dati sulla natalità che arrivano dall’Istat non sono incoraggianti. In Italia, infatti, si fanno sempre meno figli. Lo scorso anno sono stati iscritti in Anagrafe 439.747 bambini, ovvero più di 18mila in meno rispetto al 2017 e quasi 140mila in meno se si confrontano i dati del 2008. Secondo l’Istat, il persistente calo della natalità si ripercuote soprattutto sui primi figli che si riducono a 204.883, 79mila in meno rispetto al 2008. Il numero medio di figli per donna scende ancora fermandosi a 1,29. Nel 2010, anno di massimo relativo della fecondità, era 1,46 per donna. In media si diventa madri a 32 anni.

Istat: quasi un figlio su tre nato fuori dal matrimonio

Quasi un figlio su tre è nato fuori dal matrimonio: la percentuale di nati fuori dalle nozze è stata nel 2018 del 32,3 percento; era l'8,1 percento nel 1995 e il 19,6 percento nel 2008. Secondo gli ultimi dati, inoltre, la quota di nati con almeno un genitore straniero (96.578,in diminuzione dal 2012) è stata del 22 percento. I nati da genitori entrambi stranieri sono 65.444 (14,9 percento del totale dei nati). Al Nord, secondo i dati diffusi dall'Istat, 1 nato su 5 ha entrambi genitori stranieri.

L'elenco dei nomi preferiti per i figli: Leonardo supera Francesco

I nomi che i genitori scelgono per i loro figli? I preferiti nel 2018, sulla base delle informazioni contenute nella rilevazione degli iscritti in anagrafe per nascita, sono stati Leonardo per i maschietti e Sofia per le femminucce. A livello nazionale, il nome Francesco perde il suo storico primato che lo ha visto come nome più scelto dal 2001. Come lo scorso anno rimane invece invariata la graduatoria dei primi tre nomi femminili: sono ancora Sofia, Giulia e Aurora i preferiti dai neogenitori. Leonardo raggiunge il primato in ben 14 regioni: tutte quelle del Centro-nord (ad eccezione della provincia autonoma di Bolzano dove primeggia il nome Elias) oltre che in Abruzzo e in Sardegna. Francesco invece si posiziona al primo posto soltanto in 4 regioni, tutte del Mezzogiorno (Molise, Puglia, Basilicata e Calabria). Alessandro, terzo posto a livello nazionale, non è primo in alcuna regione. Giuseppe continua a primeggiare in Sicilia e Antonio è il nome preferito in Campania.  Per le femmine, a eccezione della Provincia Autonoma di Bolzano, dove “vince” il nome Emma, in tutte le realtà locali si ritrovano gli stessi tre nomi del podio nazionale. Sofia si conferma al primo posto in dieci regioni del Centro-nord, in Basilicata (a pari merito con Giulia) e in Calabria. Aurora primeggia nelle Marche e in quattro regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania e Sardegna). Giulia è in cima alla classifica nel Lazio, in Puglia e in Sicilia.