23 persone morte da ottobre ad oggi a causa dell‘influenza, oltre 125 casi di pazienti gravi ricoverati in terapia intensiva, tra cui anche tre donne in gravidanza. Sono i numeri di FluNews-Italia, il bollettino settimanale a cura dell'Istituto Superiore di sanità (Iss). Il 77% dei casi gravi si è verificato in soggetti di età pari o superiore a 50 anni. In quattro persone su 5 era presente almeno una condizione di rischio preesistente (diabete, tumori, malattie cardiovascolari o respiratorie croniche) e l'83% risultava non vaccinato.

Oltre mezzo milione di italiani sono stati colpiti dall'influenza solo nell'ultima settimana, mentre ci si avvicina sempre di più al picco epidemico del male stagionale. Lo rileva l'ultimo bollettino di sorveglianza epidemiologica Influnet (relativo alla settimana 14-20 gennaio) dell'Istituto superiore di Sanità. "Nella terza settimana del 2019 – rileva la rete Influnet – ci si avvicina al picco epidemico stagionale". "Ancora un brusco aumento del numero di casi di sindrome influenzale, soprattutto nella fascia di età pediatrica sotto i cinque anni in cui l'incidenza è passata da 16 a 28 casi per mille assistiti nell'ultima settimana", si legge nel bollettino.

Il numero di casi stimati in Italia in questa settimana è infatti pari a circa 571.000, per un totale, viene precisato, dall'inizio della sorveglianza, di circa 2.837.000 casi. Il livello di incidenza è pari a 9,4 casi per mille assistiti. Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Campania e Sicilia le Regioni maggiormente colpite.