634 CONDIVISIONI
30 Agosto 2020
09:15

Incendio ad Altofonte, vicino Palermo, paura nella notte: evacuate 400 persone

Un vasto incendio di origine probabilmente dolosa è divampato nella notte ad Altofonte, vicino Palermo. Le fiamme hanno interessato la collina che sovrasta il paese, mettendo in pericolo i residenti di alcune villette: circa 400 le persone evacuate e costrette a passare la notte nel campo sportivo del paese, mentre i vigili del fuoco cercavano di circoscrivere e spegnere il rogo. Le operazioni sono ancora in corso nella mattinata, con l’ausilio di tre canadair: per fortuna non si registrano feriti, ma i danni sono ingenti.
A cura di Francesco Loiacono
634 CONDIVISIONI
L’incendio ad Altofonte (Foto: Facebook)
L’incendio ad Altofonte (Foto: Facebook)

Notte di paura ad Altofonte, paese di 10mila abitanti vicino Palermo, a causa di un incendio di origine molto probabilmente dolosa che ha distrutto i boschi sulla collina che sovrasta il paese. Le fiamme sono divampate attorno alle 20.30: diversi i focolai che, complice il vento di scirocco, hanno dato vita in pochi minuti a un fronte di fuoco lungo circa due chilometri che ha minacciato in particolare i residenti delle villette vicino alla collina, ma i cui effetti, come la fuliggine, si sono fatti sentire fino a Palermo. Circa quattrocento le persone che sono state evacuate, su disposizione dei vigili del fuoco che sono stati al lavoro tutta la notte e ancora in mattinata spegnevano gli ultimi roghi: gli sfollati hanno passato la notte al campo sportivo del paese intitolato a Don Pino Puglisi.

I drammatici appelli del sindaco: Allontanatevi dalle vostre abitazione

Drammatici gli appelli diramati ieri in serata dalla sindaca di Altofonte: "La situazione è gravissima, tutti i cittadini che abitano sotto il bosco, anche zona Campo Vecchio, Cozzo di Castro, corso Piano Renda, devono allontanarsi. Le fiamme e la cenere incandescente può causare roghi anche al centro abitato. Allontanatevi tutti dalle vostre abitazioni.. scendete a valle del paese. Subito". "Sono state evacuate alcune villette e tutti gli uomini disponibili e tutti i mezzi sono impegnati sul fronte del fuoco", scriveva invece l'assessore al Territorio e ambiente della Regione siciliana Totò Cordaro.

All'alba entrati in azione tre canadair

All'alba, secondo quanto comunicato dal sindaco, sono entrati in azione anche tre Canadair: "I vigili del fuoco e la protezione civile stanno continuando l'opera di bonifica dei siti interessati dalle abitazioni – ha scritto la prima cittadina questa mattina -. Invito tutti a non spostarsi dai luoghi nei quali si trovano per non intralciare le operazioni. Vi comunicherò al più presto quando potrete rientrare nelle vostre abitazioni". Nel bilancio finale dell'incendio non si registrano per fortuna feriti, anche se i danni sono ingenti: solo quando le fiamme saranno state spente si potrà avere chiara la situazione, ma l'assessore regionale Cordaro ha dichiarato all'Adnkronos che sono andati in fumo oltre duecento ettari di bosco e 400 ettari di terreno.

Musumeci: "Criminali in azione"

Per il governatore della regione Sicilia, Nello Musumeci, gli incendi sono "stati appiccati da criminali che hanno fatto partire le fiamme in sei punti diversi e a favore del vento. Un atto violento che sta pagando una intera popolazione". Musumeci ha poi rivolto un ringraziamento ai soccorritori: "Per tutta la notte oltre 150 uomini dei vigili del fuoco, della protezione civile e del corpo forestale hanno lavorato e continuano a lavorare senza tregua. Tutta la mia gratitudine".

634 CONDIVISIONI
Incendio a Pozzuoli, le fiamme vicino alle case
Incendio a Pozzuoli, le fiamme vicino alle case
Fiamme alla Balduina, evacuati diversi palazzi:
Fiamme alla Balduina, evacuati diversi palazzi: "Aria irrespirabile"
4.124 di Fanpage.it Roma
Si spezzano i cavi, ascensore precipita per 5 piani e si schianta: 3 feriti gravi
Si spezzano i cavi, ascensore precipita per 5 piani e si schianta: 3 feriti gravi
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni