Questa mattina il capogruppo dell'Udc al consiglio comunale di Torino Alberto Musy è stato vittima di un agguato davanti al portone di casa, soccorso è stato trasportato in grave condizioni all'ospedale Molinette.

Il consigliere comunale di Torino Alberto Musy è stato ferito gravemente da quattro colpi di pistola questa mattina mentre usciva di casa. Secondo le prime incerte ricostruzioni dell'accaduto Musy stava per uscire  dal suo portone di casa nel centro  di Torino in via Barbaroux quando gli si è presentato davanti un uomo con casco integrale che gli ha sparato contro diversi colpi di pistola. Soccorso dai familiari e dai vicini di casa il consigliere è stato immediatamente trasportato all'ospedale Molinette, dove attualmente è ricoverato in gravissime condizioni nel reparto di rianimazione.

Musy è stato il candidato del Terzo Polo alle comunali di Torino – Musy 44 anni, avvocato e docente universitario di diritto privato all'Università del Piemonte orientale, è il capogruppo per il Terzo Polo nel consiglio comunale del capoluogo piemontese. Musy, appartenente all'Udc, è molto conosciuto perché è stato anche il candidato del Terzo Polo alla poltrona di sindaco di Torino nelle scorse elezioni amministrative dove poi è stato eletto consigliere. Appena appresa la notizia anche il sindaco di Torino Piero Fassino si è recato immediatamente all'ospedale Molinette mentre la squadra mobile di Torino e la Digos stanno facendo i primi rilievi per accertare l'accaduto. Al momento nessuna indiscrezione dagli inquirenti, con l'intero mondo della politica scioccato ed incredulo dal folle attentato nei confronti di un consigliere stimato e rispettato e che, secondo voci accreditate, sarebbe presto entrato a far parte della giunta Fassino con una delega di grande rilevanza.

AGGIORNAMENTO – Nessuna matrice politica – Secondo il Governatore della Regione Piemonte, Roberto Cota, dietro l'episodio non vi sarebbe alcuna matrice politica, intanto il sindaco di Torino Fassino, che si è recato in ospedale, assicura che il consigliere Musy è grave ma comunque fuori pericolo nonostante la prognosi dei medici resta riservata. Secondo il racconto di alcuni testimoni, il portone dove abitava il consigliere dell'Udc era sempre chiuso e l'uomo che poi ha sparato contro Musy nell'androne del palazzo si è fatto aprire citofonando ad un altro inquilino con la scusa di dover consegnare un pacco.