678 CONDIVISIONI
Omicidio Giulia Cecchettin

Giulia Cecchettin, Filippo Turetta arriverà a Venezia sabato con un aereo dell’Aeronautica militare

Filippo Turetta rientrerà in Italia nella mattinata di sabato 25 novembre: le autorità tedesche consegneranno il giovane che a bordo di un aereo dell’Aeronautica militare arriverà a Venezia.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Ida Artiaco
678 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Omicidio Giulia Cecchettin

Filippo Turetta, indagato per l'omicidio dell'ex fidanzata Giulia Cecchettin, verrà consegnato alle autorità italiane da quelle tedesche sabato 25 novembre, e arriverà a Venezia. Lo ha riferito il legale del giovane, Giovanni Caruso.

Filippo Turetta arriva in Italia sabato 25 novembre

Un aereo dell'Aeronautica militare partirà alle ore 8.00 da Roma, e arriverà alle 10.00 a Francoforte per prelevare il ragazzo. La partenza dallo scalo tedesco è prevista per le 10.45, con destinazione proprio Venezia. I dettagli del volo vengono definiti proprio in questi momenti.

L'arresto e la detenzione in Germania, ad Halle

Turetta è stato arrestato domenica scorsa dai poliziotti tedeschi e trasferito nel carcere di Halle, in attesa dell'ok al suo rientro in Italia, arrivato nelle scorse ore. Agli agenti avrebbe detto di aver ucciso la sua fidanzata e di aver pensato varie volte a farla finita ma di non averne avuto il coraggio.

Immagine

Al momento del fermo, il ragazzo, che compierà 22 anni il prossimo dicembre, era a bordo della sua auto, la famosa Fiat Punto nera, e presentava ferite. Con sé aveva anche un coltello da cucina e almeno 300 euro in contanti. Il giovane dovrà rispondere alle accuse di omicidio volontario aggravato e sequestro di persona.

Ma i capi di imputazione potrebbero cambiare con il procedere delle indagini e con i risultati dell'autopsia sul corpo di Giulia, in programma il primo dicembre all'Università di Padova. A lui potrebbero essere contestate anche l'aggravante della premeditazione e/o della crudeltà, che potrebbero implicare per lui l'ergastolo in caso di condanna. Ieri, il suo avvocato, Emanuele Compagno, aveva affermato di star valutando anche la richiesta di perizia psichiatrica per il suo assistito.

678 CONDIVISIONI
229 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni