3.875 CONDIVISIONI
La morte di Viviana Parisi e Gioele Mondello
29 Luglio 2021
12:36

Giallo di Caronia, la Procura: “Viviana Parisi uccise il figlio Gioele e si gettò dal traliccio”

La Procura di Patti ha chiesto l’archiviazione del caso sulla morte di Viviana Parisi e del figlio di 4 anni, Gioele Mondello, trovati cadavere nelle campagne di Caronia esattamente un anno fa. Secondo i giudici la deejay avrebbe prima ucciso il bambino e poi si sarebbe suicidata gettandosi dal traliccio.
A cura di Ida Artiaco
3.875 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte di Viviana Parisi e Gioele Mondello

Prima avrebbe ucciso il figlio di 4 anni e poi si sarebbe suicidata gettandosi dal traliccio sotto il quale il suo corpo è stato ritrovato. È questo, secondo la Procura di Patti, quello che sarebbe successo esattamente un anno fa, quando Viviana Parisi, deejay di 41 anni, fu trovata morta nei boschi di Caronia, in Sicilia. Era l'8 agosto 2020: poco dopo, il 19 agosto, fu scoperto, sempre nel bosco, anche il cadavere del figlio Gioele. Dunque, non ci sarebbe stato alcun duplice omicidio, pertanto, la stessa procura avrebbe chiesto al Gip l'archiviazione del caso. Si ricordi che l’inchiesta è stata aperta per omicidio, sequestro di persona e omissioni di atti di ufficio. Una conclusione che era stata anticipata dal responso dei medici legali pochi giorni fa: le perizie avevano infatti attribuito la morte di madre e figlio a un omicidio-suicidio.

Viviana Parisi e il figlio Gioele erano stati trovati ai piedi di un traliccio nel comune di Caronia. L’auto della donna era stata trovata giorni prima all’uscita di una galleria nei pressi di Messina. Alcuni testimoni avevano detto di aver visto la donna scavalcare il guardrail e avviarsi verso i boschi che costeggiano la strada. Si era a lungo indagato per capire se la morte della madre e del piccolo fosse da attribuire a una terza persona. Invece, secondo i consulenti nominati dalla Procura della Repubblica di Patti, Viviana Parisi è morta gettandosi dal traliccio ai piedi del quale è stata ritrovata senza vita, mentre non c’è alcuna certezza sulla causa del decesso del figlio a causa dello stato di conservazione dei resti. Viene comunque escluso per entrambi che la morte sia stata provocata dall’aggressione di animali selvatici o di un uomo.

Come riporta la stampa locale, inoltre, la stessa Procura di Patti, come ha appreso l’Adnkronos, ha autorizzato la restituzione dei corpi di Viviana e di Gioele, i cui resti sono stati ritrovato nell'agosto dello scorso anno, giorni dopo la loro scomparsa a Caronia. A questo punto i familiari della deejay di 41 anni e del piccolo potranno celebrare i funerali, a un anno dalla loro scomparsa. Solo pochi giorni fa, il 24 luglio, il marito della donna, e papà del bambino, Daniele, aveva pubblicato su Facebook l'ennesimo messaggio per i due: "È il vuoto ad ogni passo ma, nel respiro della musica, siamo ancora mano nella mano".

3.875 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni