598 CONDIVISIONI
La morte di Viviana Parisi e Gioele Mondello
17 Gennaio 2022
13:16

“Angelo Biondo”, Daniele Mondello dedica canzone al piccolo Gioele per il suo compleanno

Il toccante messaggio che Daniele Mondello ha voluto dedicare al figlio Gioele in occasione del sesto compleanno del bimbo morto insieme alla madre Viviana Parisi.
A cura di Antonio Palma
598 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte di Viviana Parisi e Gioele Mondello

“Con il cuore pieno di tristezza per la tua perdita, ma pieno di amore che riesce a tenere vivo con il tuo ricordo, ti auguro buon compleanno. Vorrei dedicarti questa canzone che ho composto per te e che chiamerò ‘Angelo Biondo' ”, è il toccante messaggio che Daniele Mondello ha voluto dedicare, attraverso i social, al figlio Gioele in occasione del sesto compleanno del bimbo morto insieme alla madre Viviana Parisi nelle campagne di Caronia ormai due anni fa. “Per molti è un giorno come altri, ma per me è una data che ha significato tanta gioia e adesso tanta tristezza. Ricordo ancora quel 16 gennaio, quando sei arrivato al mondo. Piccolo mio quel giorno la mia vita e quella della mamma è cambiata. Sono passati 6 anni dalla tua nascita, ma anche due dalla tua perdita… ormai l’orologio della mia vita si è fermato a quel momento in cui tu e la mamma siete spariti” si legge nel lungo post pubblicato domenica da Mondello sul suo profilo Facebook.

Un messaggio a corredo di una carrellata di foto e video del piccolo fin dalla tenera età, con il sottofondo della musica creata dal DJ e sul finale la foto di madre e figlio e la scritta “Verità e Giustizia per Viviana e Gioele. Tutta Italia vuole la verità”. Nel post l’uomo non nasconde il dolore che solo la perdita di un figlio così piccolo può generare ma torna ancora una volta a chiedere che si faccia luce su una vicenda che per lui è ancora avvolta nel mistero e che secondo la magistratura, però, è definitivamente chiusa. “È già il secondo anno che mi tocca vivere questa giornata, in cui dovrei festeggiare il compleanno di mio figlio, con un enorme tristezza. Anno dopo anno è una coltellata continua che mi distrugge, ma il tuo ricordo riesce in qualche modo a rassicurarmi perché non posso smettere di pensare a quando mi dicevi che sono il tuo supereroe” ha aggiunto Parisi nel post, proseguendo: “Ciò che però so è che lo sei sempre stato tu per me, mi hai cambiato, mi hai fatto capire che sarei stato all’altezza di compiere una missione così importante come quella di essere padre. Amore mio sei tu il mio supereroe”.

“Il dolore, la rabbia e il senso di vuoto che ho dentro di me mi sta logorando, questa sensazione mi sta distruggendo pian piano ogni giorno. Più passano i mesi e più il dolore aumenta, credevo fosse il contrario, che il tempo rimarginasse le ferite ma non è così, le ferite sono aperte e fanno male” scrive ancora Mondello, concludendo: “Vedere ogni giorno le foto, i video e tutto quello che mi ricorda mio figlio Gioele, e immaginare quello che hanno fatto ad un povero bambino di 4 anni mi disarma, mi abbatte e mi chiedo come qualcuno possa ancora tacere dopo tutto questo tempo! Ma ho ancora tanta forza per combattere e andare avanti per cercare la vera verità!”.

598 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni