Cadono ancora calcinacci dal viadotto autostradale Bisagno sulla A12 a Genova. Sono stati alcuni residenti della zona delle Gavette a segnalarlo. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito, a differenza di quanto accadde l’agosto dell’anno scorso per la strage del crollo del Ponte Morandi. E proprio a quella tragedia fanno riferimenti diversi cittadini su Facebook: “La lezione del Morandi non servirà per niente…” scrive Giulio. “Nessuna lezione…memoria sempre più corta”, gli fa eco Erika. Lo riferisce il Corriere della Sera.

Paura dopo il Ponte Morandi, Autostrade rassicura

Sul posto sono giunti tecnici di Autostrade e polizia locale. La società, dopo i dovuti controlli, ha reso noto che “le immediate verifiche effettuate dai tecnici della Direzione di Tronco di Genova hanno rilevato lo sganciamento di un gomito di plastica di un pluviale per lo scolo dell’acqua piovana, distaccatosi probabilmente a causa del maltempo odierno e del forte afflusso di acqua”. “Il viadotto, monitorato e mantenuto con regolarità, è assolutamente sicuro e non presenta alcuna anomalia che ne influenzi il comportamento statico”, precisa la società.

M5s: "Chiudere il viadotto e farlo controllare da terzi" 

Ma nonostante le rassicurazioni arrivate da Autostrade, la capogruppo ligure del M5s, Alice Salvatore, ha chiesto che la struttura sia controllata da terzi. "Chiudere il viadotto Bisagno. Una task force che non sia di Autostrade, poi, controlli la situazione strutturale. E solo se quel viadotto risulterà sicuro, riaprirlo. In caso contrario, tenerlo chiuso e sistemare tutto quanto risulti pericolante. Non agire è colpevole. Non agire dopo quanto abbiamo visto con il Morandi lo è ancora di più".

Non si tratta del primo crollo

Del resto non si tratta del primo cedimento. Il 29 agosto scorso dal viadotto si era staccata la copertura di un giunto, la cui caduta aveva danneggiato due auto. Il 12 agosto erano caduti dei pezzi di calcestruzzo. Il Bisagno è uno dei viadotti autostradali dell’A12 inserito nell’elenco dei ponti tenuti sotto stretta osservazione da Procura e Autostrade dopo il crollo del Ponte Morandi.