Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Poteva costare molto cara una distrazione a un turista statunitense che ieri, in sella alla sua bicicletta e probabilmente sovrappensiero, si è immesso sull'autostrada A1 all'altezza di Incisa Valdarno con l'intento di raggiungere Firenzo. L'uomo ha rischiato di essere investito da auto e camion che sfrecciavano a pochi metri da lui.

E' successo ieri pomeriggio: al centro operativo Polstrada della Toscana sono arrivate numerose telefonate di automobilisti che avevano avvistato il ciclista intento a pedalare sulla corsia d'emergenza. L'uomo, un trentenne in vacanza in Toscana, doveva raggiungere la zona di Firenze sud per andare in palestra e, non conoscendo la strada, aveva chiesto aiuto al suo GPS dimenticandosi di specificare che non era al volante di un'auto bensì in sella a una bici. Imperterrito ha quindi continuato a pedalare ignorando anche la sbarra del casello. Quando poco dopo si è ritrovato in autostrada,  si è messo a pedalare sulla corsia di emergenza, scambiandola per una ciclabile. A quel punto, presso la centrale operativa della Polizia stradale è scattato il piano di emergenza. Fortunatamente una squadra della Società Autostrade ha ben presto intercettato il giovane e lo ha caricato sui propri mezzi, insieme alla bici, portandolo a destinazione.