Una bimba di nazionalità tedesca di 12 anni ha perso la vita all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze, a causa  di una meningite da meningococco C. A diffondere la notizia è stata l'azienda sanitaria, spiegando che la ragazzina era a Donoratico e stava trascorrendo le vacanze insieme alla famiglia. Al Meyer sarebbe arrivata già in condizioni disperate dopo che i genitori in un primo momento si erano rivolti all'ospedale di Cecina. "La ragazzina – hanno spiegato dalla Asl Toscana Nord Ovest – era con la famiglia in vacanza in un campeggio della costa, ieri ha accusato i primi malesseri e, per questo, è stata accompagnata dalla mamma al pronto soccorso di Cecina dove i sanitari si sono resi conto immediatamente della gravità delle condizioni della piccola paziente. Dopo i primi accertamenti è stato predisposto il trasferimento a Firenze con l’elisoccorso".

La nota continua: "I medici dell’igiene e sanità pubblica della ASL Toscana nord ovest, dopo aver effettuato il sopralluogo al campeggio e valutato il contesto, hanno sottoposto a profilassi tutti coloro che hanno avuto contatti stretti con la bambina, compresi i sanitari che si sono presi cura di lei. Inoltre, la ASL sta contattando l’altra famiglia tedesca che ha trascorso alcuni giorni di vacanza nello stesso campeggio ed era già ripartita. Da una prima indagine sembrerebbe che la dodicenne non fosse stata vaccinata". "La ASL – conclude la nota – porge le più sentite condoglianze alla famiglia per il terribile lutto che l’ha colpita e la ringrazia per aver acconsentito all’espianto degli organi, un gesto di forte generosità".

Anche Stefania Saccardi, assessore regionale al diritto alla salute, ha diramato un comunicato: "Sono davvero addolorata per la morte della bambina e voglio far giungere alla sua famiglia le mie condoglianze più sentite". "So che i genitori hanno acconsentito all'espianto degli organi della loro figlia e li ringrazio per questo gesto di grande generosità in un momento di tremendo dolore".