Piera Napoli e Salvatore Baglione
in foto: Piera Napoli e Salvatore Baglione

“L’ho uccisa dopo che mi ha detto di non amarmi più”. Queste le parole do Salvatore Baglione, l'uomo che ha massacrato con dieci coltellate la moglie Piera Napoli, domenica 7 febbraio a Palermo. "Mi tradiva da qualche mese e mi ha detto di non amarmi più". Prima di andare in caserma a raccontare quello che era successo, si è lavato e cambiato, ha portato i figli dai nonni e infine ha preparato la valigia, per poi presentarsi ai carabinieri poco prima delle 13, diverse ore dopo il delitto.

Nel fermo che ora dovrà essere convalidato dal gip, il pubblico ministero denuncia "l'efferata violenza" e l'"allarmante determinazione" con cui ha Baglione agito, senza farsi "il minimo scrupolo di tentare di salvare la moglie, preoccupandosi invece in primo luogo di ripulirsi e sistemare le proprie cose". Quando Piera è stata aggredita, secondo quanto riferito da Baglione, i tre figli avuti con Piera erano a casa. Al momento, tuttavia, non gli è stata contestata l'aggravante della premeditazione. Quasi contestualmente all'omicidio aveva pubblicato su Facebook una foto dell'attore Robert De Niro, con la frase: "Il rispetto, gran bella parola… Peccato che non tutti ne conoscano il significato". Poi, dopo aver massacrato la moglie, si è presentato dai carabinieri con una valigia e ha detto: "Ho ammazzato mia moglie".

I fatti sono avvenuti ieri mattina nel quartiere Cruillas, di Palermo. Piera, giovanissima mamma di tre bimbi, nonché cantante neomelodica con un discreto seguito, era da tempi intenzionata a porre fine alla relazione salvo poi posporre la decisione per il benessere dei bambini.