11 CONDIVISIONI

Ergastolo per Samuele Caruso: uccise Carmela, la sorella 17enne della sua ex

Carmela Petrucci, studentessa palermitana di 17 anni, fu uccisa a coltellate il 19 ottobre 2012 nell’androne di casa. Samuele Caruso, 24 anni, uccise la giovane e ferì anche la sua ex fidanzata e sorella della vittima, Lucia.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Susanna Picone
11 CONDIVISIONI
Le parole di Samuele Caruso, il 23enne che ha aggredito le sorelle Petrucci a Palermo uccidendo la più piccola delle due: “Di solito non esco con un coltello, ma l’avevo preso perché se Lucia avesse ammesso il tradimento, l’avrei usato”.

Ergastolo per Samuele Caruso, il ragazzo palermitano che il 19 ottobre del 2012 uccise a coltellate Carmela Petrucci, una giovane di 17 anni. Il Gup di Palermo Daniela Cardamone ha condannato l’imputato reo confesso dell’omicidio accogliendo la richiesta del pm Caterina Malagoli, che aveva sollecitato il carcere a vita per il giovane assassino. Samuele Caruso uccise la 17enne Carmela e ferì gravemente anche la sua ex fidanzata e sorella della vittima, la 18enne Lucia. La sentenza è stata emessa col rito abbreviato e riconosce alla famiglia Petrucci un risarcimento di 500000 euro. L’imputato, che era presente in aula, è rimasto impassibile alla lettura del verdetto. In aula c’erano anche Lucia Petrucci e i suoi genitori, che dopo la sentenza sono andati via senza fare dichiarazioni. La mamma della vittima era in lacrime. La difesa di Caruso aveva puntato sull’infermità mentale del giovane: nel corso del giudizio abbreviato sono state effettuate due perizie d'ufficio per accertare la sua capacità di intendere e di volere. Un primo esame aveva portato gli esperti nominati dal giudice a ritenere Caruso parzialmente incapace al momento in cui fu commesso il delitto. Un secondo accertamento ha invece escluso questa circostanza.

Samuele Caruso aggredì le sorelle Petrucci nell'androne del condominio in cui abitavano con i genitori. Il suo obiettivo era quello di punire Lucia per aver messo fine alla loro relazione. Le due ragazze stavano rientrando da scuola e Carmela fu colpita per prima a coltellate. Per la 17enne non ci fu nulla da fare, mentre sua sorella Lucia si salvò grazie all’intervento di un vicino che mise in fuga l’assassino. Caruso venne arrestato poche ore dopo dalla polizia in una stazione ferroviaria secondaria. “È stata riconosciuta l'efferatezza di questo crudele omicidio. Il giudice non ha dato nemmeno le attenuanti generiche e ha inflitto una pena adeguata alla brutalità”, ha commentato il pm Malagoli. “Non parliamo di successo, è morta una ragazza e un'altra è rimasta orfana della sorella. La famiglia ritiene che sia una sentenza giusta per l'efferatezza del delitto e per i motivi abietti e futili che lo hanno accompagnato”, ha invece commentato l'avvocato Marina Cassarà, legale di parte civile della famiglia Petrucci.

11 CONDIVISIONI
"Non c'è più ma ora è felice": lo sfogo della sorella di Alessadra Matteuzzi dopo l'ergastolo a Padovani
"Non c'è più ma ora è felice": lo sfogo della sorella di Alessadra Matteuzzi dopo l'ergastolo a Padovani
Estorsioni e pizzo alla famiglia Gattuso, l'ex della sorella Ida: "Se non li paghi hai finito, sei morto"
Estorsioni e pizzo alla famiglia Gattuso, l'ex della sorella Ida: "Se non li paghi hai finito, sei morto"
Uccise la ex Danjela Neza con un colpo alla testa, Safayou Sow condannato all'ergastolo
Uccise la ex Danjela Neza con un colpo alla testa, Safayou Sow condannato all'ergastolo
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni