932 CONDIVISIONI
22 Novembre 2022
17:33

Duplice omicidio Spinea, i vicini: “Urla strazianti dei parenti, avevamo la pelle d’oca”

Il delitto in provincia di Venezia, domenica sera un quarantenne albanese ha ucciso la ex moglie, il suo nuovo compagno poi si è suicidato. I vicini ricordano il drammatico momento in cui i parenti hanno saputo del duplice omicidio.
A cura di Biagio Chiariello
932 CONDIVISIONI

"Intorno alle 22 dell’altro ieri sera dalle finestre abbiamo visto apparire i lampeggianti dei carabinieri, poi all’improvviso urla strazianti, disperate, interminabili. Erano i parenti che avevano saputo dell’uccisione di Mynevere e Flonino. Grida che ci hanno spezzato il cuore, da far venire la pelle d’oca". Così Monica, una delle vicine di casa di Mynevere Karabollaj, 37 anni e Flonino Merkuri, 23, la coppia di albanesi uccisa a coltellate la sera di domenica 20 novembre a Spinea (Venezia).

Il loro killer, secondo chi indaga, è l'ex marito della donna, il 40enne Viron Karabollaj, il cui corpo è stato trovato lunedì mattina senza vita, nell'azienda per la quale lavorava.

Mynevere Karabollaj
Mynevere Karabollaj

Il duplice omicidio è avvenuto nella casetta bifamiliare in via Leopardi, nel comune veneziano, dove la 37enne viveva con le due figlie di 15 e 13 anni e il compagno. Fino ad un paio di anni anno fa, anche l’ex marito Viron avrebbe abitato nella villetta. Dopo la separazione la donna aveva tentato di ricostruirsi una vita con quel ragazzo di 14 anni più giovane.

"Li conoscevo di vista – continua Monica al Gazzettino -. Ci salutavamo ma nulla di più, io lavoro tutto il giorno fuori e ci incontravamo di sfuggita. L’ex marito mi sembra fosse andato via un paio di anni fa. Quando sono venuta a vivere qui nel 2018 loro già c’erano, penso fossero arrivati nel 2015".

Il delitto, nella ricostruzione fatta dalla procura di Venezia, sarebbe stato progettato con cura. Entrambi sono stati colpiti da numerose coltellate, inflitte con ferocia in momenti e in luoghi diversi.

È stata una delle figlie della coppia a lanciare l’allarme quando è rientrata e ha fatto la macabra scoperta. La giovane è entrata in garage, ha trovato il cadavere del compagno della donna disteso a terra privo di vita e ha chiamato i soccorsi.

Viron Karabollaj
Viron Karabollaj

Poi ha atteso fuori di casa l’arrivo dei carabinieri. Quando sono saliti al primo piano dell'appartamento, i militari dell'Arma hanno trovato il cadavere della madre, anche lei raggiunta da numerose coltellate. Ritrovato anche il coltello con il quale era stato commesso il duplice omicidio.

Per tutta la notte l'ex marito è stato cercato nelle vicinanze, fino alla scoperta, all'alba di lunedì, del suo corpo impiccato alla trave del capannone dell'azienda in cui lavorava e di cui aveva le chiavi.

Sotto choc i vicini della coppia. Mynevere e il compagno Flonino erano persone riservate, ma di vista li conoscevano tutti. "Siamo scioccati. Li vedevo sempre in strada, lei era davvero una brava persona. Con le figlie ci salutavamo. Conoscevo di vista anche l’ex marito, viveva qui fino a qualche anno fa. Mai avrei immaginato una cosa del genere. Non so se c’entri anche la gelosia, ma come si può arrivare a questo punto?" spiega un residente.

932 CONDIVISIONI
Preso in Francia Edgardo Greco: condannato per duplice omicidio, era latitante da 16 anni
Preso in Francia Edgardo Greco: condannato per duplice omicidio, era latitante da 16 anni
Il caso di Rosa Bechere, scomparsa a Olbia: indagati per il presunto omicidio una coppia di vicini
Il caso di Rosa Bechere, scomparsa a Olbia: indagati per il presunto omicidio una coppia di vicini
Omicidio Khrystyna Novak, il vicino condannato a 24 anni: le sparò alla testa per metterla a tacere
Omicidio Khrystyna Novak, il vicino condannato a 24 anni: le sparò alla testa per metterla a tacere
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni