Ancora un richiamo per un prodotto ittico. C’è un allarme biotossine per cinque lotti di cozze e mitili provenienti dall’azienda M.Gi.B. srl. A lanciarlo è il Ministero della Salute all’esito di analisi effettuate dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale su campioni di mitili prelevati nell’ambito del piano di monitoraggio predisposto dagli Assessorati regionali alla Sanità. Nello specifico sono stati rilevati elevati contenuti di biotossine algali di tipo PSP, ad “alta pericolosità per la salute umana”.

Nello specifico si tratta del prodotto denominato Mitili, Tris di mare dell’azienda Marinsieme M.Gi.B con sede dello stabilimento in Via Dell’Artigianato, 20 Bosco Mesola (Ferrara) Tel. 0533/795825.  I lotti di produzione richiamati sono:

  • Lotto 59433 – Data di scadenza 10/09/19
  • Lotto 59443, 59459 – Data di scadenza 11/09/19
  • Lotto 59465 – Data di scadenza 12/09/19
  • Lotto 59510 – Data di scadenza 12/09/19

Il rischio, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, rilanciando le raccomandazioni del Servizio di Igiene degli Allevamenti e delle produzioni zootecniche, è che i mitili prelevati abusivamente possano esser venduti presso i canali non autorizzati, mettendo a grave rischio la salute dei consumatori. Mentre i molluschi acquistati esclusivamente attraverso “canali autorizzati all’interno di sacchetti con etichette che ne riportano la provenienza, possono essere acquistati in sicurezza”.

Solo due giorni fa il Ministero della Salute aveva pubblicato un richiamo per rischio microbiologico per Salmonella spp per un lotto di cozze della specialità “Muscolo Spezzino”, oltre al ritiro dell tonno affumicato a tranci (confezione da 2 chili, lotto di produzione Z1909253) prodotto da Salazones Moti e distribuito in Italia da Riunione industrie alimentari per “il sospetto di caso di sindrome sgombroide”.