Con un patrimonio personale stimato in 24,3 miliardi di dollari, il patron del gruppo Luxottica, Leonardo Del Vecchio è l'uomo più ricco d'Italia. A sancirlo è la storica classifica degli uomini più ricchi d'Italia stilata da Forbes che monitora gli imperi finanziari dei Paperoni in tutto il mondo. Nella graduatoria aggiornata, infatti, il capo di Luxottica scavalca Giovanni Ferrero, leader dell’omonimo gruppo dolciario, che fino al marzo scorso era in testa e ora si ritrova secondo con un  patrimonio stimato in 21,9 miliardi di dollari. Ferrero si piazza così alla 46esima posizione a livello mondiale decisamente più sotto rispetto allo stesso Del Vecchio che invece si piazza alla 38esima posizione della classifica degli uomini più ricchi del mondo.

L'uomo ricco d'Italia Leonardo Del Vecchio vince in Borsa

Secondo Forbes, il sorpasso di Del Vecchio nei confronti del nipote dello storico fondatore del gruppo Ferrero  è dovuto principalmente a questioni finanziarie più che industriali. La classifica in tempo reale degli uomini più ricchi d'Italia infatti tiene conto infatti principalmente delle variazioni di valore degli asset quotati sui mercati finanziari e il titolo di EssilorLuxottica ha fatto una grande cavalcata in borsa negli ultimi tempi guadagnando dall’aprile scorso circa il 35 per cento a Piazza Affari. Un terreno su cui Ferrero non può competere visto che Ferrero non ha mai voluto quotarsi a Piazza Affari.

O più ricchi d'Italia: terzo Giorgio Armani

Tra gli altri Paperoni d'Italia nessuna sorpresa visto che troviamo nomi altrettanto conosciuti ma diverse le novità dal punto dio vista della classifica. Sul gradino più basso del podio, al terzo posto ma in risalita di una posizione, troviamo Giorgio Armani con un patrimonio di 11,2 miliardi di dollari. Al quarto posto Stefano Pessina, amministratore delegato di Walgreens Boots Alliance, la più grande azienda mondiale di prodotti per la salute e il benessere, con un patrimonio di circa 10,3 miliardi. Al quinto posto la prima donna, Massimiliana Landini Aleotti che, erede del gruppo farmaceutico Menarini che può contare su un  patrimonio di 8,1 miliardi di dollari.

Berlusconi sesto, nella  top ten anche Ennio Doris

Al sesto posto Silvio Berlusconi con un patrimonio valutato in circa 7 miliardi di dollari grazie a Mediaset, Mondadori e Fininvest. Al settimo posto i fratelli Augusto e Giorgio Perfetti, leader dell'omonimo gruppo dolciario  con 6,9 miliardi di dollari. All'ottavo posto Paolo e Gianfelice Mario Rocca, rispettivamente Ceo e presidente del gruppo industriale Techint, tra i maggiori produttori di acciaio. Al non posto Piero Lardi Ferrari , erede del fondatore del Cavallino rampante Enzo Ferrari. Al decimo posto Ennio Doris, fondatore di Mediolanum che per la prima volta entra nella top ten grazie alla progressione del titolo del suo gruppo in Borsa.