Come faceva tutti i giorni, era impegnato nel suo lavoro come guardia giurata e si muoveva da un negozio all'altro per controllare la situazione quando la sua vettura ha sbandato schiantandosi violentemente  contro un guardrail senza dargli scampo. Così nelle scorse ore è morto tragicamente Enzo Casaburi, giovane ventitreenne alle dipendenze dell’istituto di vigilanza armata Ivri di Campobasso. Il ragazzo era al volante dell'auto aziendale impegnato nel suo turno di lavoro che consisteva nel tenere sotto controllo diverse attività fra Molise e Abruzzo quando è rimasto vittima del terribile incidente stradale. Il dramma si è consumato lungo la Strada statale 652 Fondo Valle Sangro, nel territorio del comune di Castel di Sangro, in provincia dell'Aquila, in Abruzzo.

La tragedia intorno alle due della notte tra martedì e mercoledì. Per motivi tutti da accertare, Enzo ha perso il controllo della sua vettura,  una Citroen C3, che ha improvvisamente sbandato schiantandosi contro le protezioni laterali della carreggiata invadendo anche l'altra corsia. Un impatto devastante che completamente distrutto l'auto e intrappolato al suo interno il conducente. Per il 23enne inutili i successivi soccorsi da parte dei vigili del fuoco e dei sanitari del 118 accorsi sul posto. Per estrarlo dalle lamiere contorte dell'abitacolo i pompieri hanno dovuto lavorare a lungo ma quando lo hanno consegnato nelle mani dei sanitari per lui era ormai troppo tardi. I medici hanno solo potuto constatarne il decesso.

Sul luogo dell'accaduto anche i carabinieri della compagnia di Castel Di Sangro che hanno effettuato i rilievi del caso per ricostruire la dinamica del sinistro. Al momento sembra si tratti di un incidente autonomo che non ha coinvolto altre vetture. Alla base dell'incidente si ipotizza un colpo di sonno da parte del 23enne, che era originario della provincia di  Salerno.