video suggerito
video suggerito
Il caso dell'influencer Siu

Caso Siu, è arrivato il braccialetto elettronico: esce dal carcere il marito Jonathan Maldonato

Dopo tre giorni di attesa è arrivato il braccialetto elettronico che dovrà indossare Jonathan Maldonato, il marito dell’influencer Soukaina El Basri, nota anche come Siu.
A cura di Davide Falcioni
137 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Jonathan Maldonato, il marito dell'influencer Soukaina El Basri, nota anche come Siu, ha potuto lasciare il carcere di Biella dove era detenuto da venerdì notte con l'accusa di tentato omicidio. È infatti arrivato dopo tre giorni di attesa il braccialetto elettronico l'uomo è uscito dalla casa circondariale. Dopo aver convalidato il fermo, il gip ha disposto a carico dell'indagato misure cautelari relative all'ipotesi di reato di maltrattamenti, il divieto di avvicinamento alla moglie (ancora ricoverata in ospedale) e l'obbligo di firma.

Nel frattempo sono ancora diverse le domande senza risposta relative al ferimento di Siu, dal 16 maggio in ospedale a Novara con una grave lesione al torace. Stando a quanto riporta l'edizione di oggi del Corriere della Sera, dall'ordinanza del giudice per le indagini preliminari che ha disposto la scarcerazione dell'uomo, convalidandone però il fermo per maltrattamenti e non per tentato omicidio. Per questa ragione il gip ha disposto che Maldonato non può avvicinarsi alla donna a meno di un chilometro e deve rispettare l'obbligo di firma.

Immagine

La misura del giudice rivela una serie di altre criticità su cui è necessario un approfondimento investigativo ponendo molti dubbi sull'ipotesi del tentato omicidio. "In definitiva – scrive il giudice nel provvedimento – la tesi del tentato omicidio si basa sulla scarsa credibilità della versione resa dall'indagato, verso la quale pure questo gip nutre parecchie riserve". Secondo il gip Siu, cosciente per alcune ore dopo l'accaduto, ha sempre confermato la tesi della caduta accidentale e "questo comportamento mal si concilia con la dinamica del tentato omicidio, appare invece più coerente con il timore del ricovero in psichiatria". Il giudice sottolinea che già in passato l'influencer aveva compiuto "gesti anticonservativi". E infine, tutti i familiari dell'indagato hanno riferito che lui, a loro, avrebbe raccontato la versione del tentato suicidio.

Nell'ordinanza del gip viene dato ampio spazio anche alla querela per maltrattamenti che Siu aveva presentato circa un anno fa per poi ritirarla. Il fascicolo era stato archiviato, ma alla luce degli ultimi fatti, è stato riaperto. "La circostanza che Maldonato abbia perseverato nella sua condotta dopo la remissione di querela da parte della moglie costituisce un indice della sua proclività a delinquere", si legge nell'ordinanza del gip. Con questo quadro, il tribunale di Biella ha quindi accolto la richiesta presentata dall'avvocata Alessandra Guarini, legale della famiglia di Siu, nominando come curatrice speciale per la donna e le sue figlie di 4 e 6 anni la madre di Siu.

137 CONDIVISIONI
22 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views