26 Maggio 2011
13:25

Carmela Melania Rea: la Procura alla ricerca dei testimoni presenti a Colle San Marco

La Procura di Asoli, titolare delle indagini sul delitto di Carmela Melania Rea, lancia un appello attraverso la trasmissione Chi l’ha Visto. Gli inquirenti sarebbero alla ricerca di determinati testimoni, presenti Colle San Marco lo scorso 18 aprile.
delitto rea

Tante volte,  durante le indagini per casi di cronaca delicati, le trasmissioni televisive sono state accusate di spettacolarizzare le tragedie e di far prevalere lo share a quella del buonsenso.  Non è andata così ieri sera, quando nel corso della puntata di Chi l'ha visto, programma tv che sin dall'inizio ha seguito il caso di Melania Rea, la conduttrice ha diffuso un appello. L'appello, rivolto alla trasmissione dalla Procura di Ascoli, titolare delle indagini sul delitto della Rea, è finalizzato a  trovare dei testimoni, ovverosia persone presenti sul pianoro di Colle San Marco il 18 aprile scorso.

Non si è trattato di un appello rivolto verso ignoti. Tutt'altro. La conduttrice ha fatto presente che la Procura vorrebbe ascoltare delle persone specifiche, così descritte: "una signora dai capelli biondi o castano chiari che era in compagnia di una bambina che cadeva cercando di riprendere un pallone che proveniva da alcuni ragazzi che stavano giocando"e "un gruppo di tre o quattro persone, tra le quali una donna dai capelli ricci con occhiali da vista". Importante, inoltre, anche la testimonianza dei due ciclisti che quel giorno "dopo le 15:45, avevano appreso della scomparsa di Melania Rea davanti al bar ristorante Il Cacciatore e si interessarono alle ricerche".

Chi ha ucciso Carmela Melania Rea?

Intanto la famiglia di Melania preme affinché venga fatta giustizia: è quanto emerge dalle interviste e dalla massiccia partecipazione alla fiaccolata tenutasi a Somma Vesuviana il 24 maggio, nel giorno in cui Melania avrebbe compiuto 29 anni. Le intenzioni sottese alla manifestazione erano appunto quelle di richiedere giustizia e la soluzione del caso nel più breve tempo possibile.

Una soluzione che però sembra piuttosto lontana; le indagini degli inquirenti finora si sono concentrate sulla figura di Salvatore Parolisi, il marito: gli inquirenti dopo aver passato al setaccio il suo computer hanno  prelevato alcuni oggetti dalla abitazione della coppia, mentre si prosegue a indagare sul torbido passato coniugale del caporal maggiore; pare infatti che negli ultimi giorni sia stata ascoltata un'altra soldatessa. Anche gli esiti dell' esame autoptico sul corpo di Melania, predisposta dal medico legale Antonio Tagliabracci, non è ancora al vaglio degli inquirenti e Tagliabracci avrebbe richiesto altro tempo; la deposizione degli esami da lui effettuati sul corpo di Melania Rea verrà consegnata non prima dell'inizio del prossimo mese.

Bimba di 10 mesi si sente male a dalla nonna e finisce in ospedale: positiva alla cannabis
Bimba di 10 mesi si sente male a dalla nonna e finisce in ospedale: positiva alla cannabis
Donna uccisa in casa a colpi di forbici: arrestato il figlio, avrebbe anche tentato di darle fuoco
Donna uccisa in casa a colpi di forbici: arrestato il figlio, avrebbe anche tentato di darle fuoco
Marina, uccisa a 53 anni con un coltello dal figlio dopo un litigio:
Marina, uccisa a 53 anni con un coltello dal figlio dopo un litigio: "Ho fatto una brutta cosa"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni