Un camion che sbanda e si mette di traverso sulla strada, lui che sopraggiunge proprio in quel momento al volante di un altro tir e lo travolge in un violento impatto e infine l’improvviso incendio che non gli ha lasciato scampo. Così è morto tragicamente nelle scorse ore Giovanni Lionetti, autotrasportatore di 41 anni originario di Pozzuoli, nel napoletano, ma residente a Roteglia di Castellarano, in provincia di Reggio Emilia. La tragedia si è consumata nella mattinata di martedì, intorno alle 11, sulla strada provinciale fra Boretto e Poviglio, sempre a Reggio Emilia. Fatale per la vittima l’improvviso incendio che è divampato a causa dell’auto tra i due mezzi pesanti e che lo ha bloccato in cabina senza possibilità di fuga.

Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, un camion carico di lastre in metallo ha improvvisamente sbandato e, per motivi tutti da accertare, si è messo di traverso sulla carreggiata bloccando il passo. Giovanni Lionetti si è trovato la strada bloccata all’ultimo momento e non ha fatto in tempo a frenare. L’impatto è stato violentissimo e ha innescato immediatamente un incendio. L’altro camionista, un uomo di 52 anni di origine ghanese ma residente nel Bresciano, è riuscito a scendere prima della tragedia ma per il 41enne purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Nonostante il tempestivo intervento dei vigili del fuoco, non è stato possibile estrarre il camionista dalle lamiere contorte della cabina di guida prima che le fiamme la avvolgessero. Quando finalmente è stato portato fuori era ormai troppo tardi. L’uomo, che era separato, lascia tre figli piccoli. Soccorso e trasportato in ospedale anche l’altro camionista le cui condizioni però non sarebbero gravi.