612 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Cade da una gru e muore a 65 anni mentre lavorava a Rivoli: Giovanni precipitato per 27 metri

L’operaio, Giovanni Corona di 65 anni, è precipitato nel vuoto dall’altezza di circa 30 metri. Inutili tutti i soccorsi, stava montando una gru in un cantiere.
A cura di Biagio Chiariello
612 CONDIVISIONI
Immagine di archivio
Immagine di archivio

Nuovo dramma sul lavoro in provincia di Torino: a Rivoli, in un cantiere edile di via Cesare Battisti, un uomo di 65 anni, Giovanni Corona, è morto cadendo da una gru dall'altezza di quasi 30 metri.

La vittima era il titolare di una ditta che lavorava per conto della ditta Locagru di Torino. Stava innalzando una gru davanti al palazzo al civico 2 (all'incrocio con via XXIV Maggio), dove sono in programma lavori di efficientamento energetico. Per cause ancora da accertare, è precipitato nel vuoto dopo aver perso l'equilibrio.

Immediati i soccorsi dei colleghi e l'intervento dell'ambulanza che ha portato l'operaio all'ospedale di Rivoli. Le ferite riportate si sono però rivelate troppo gravi e l'uomo è morto.

Oltre all’equipe medica del 118, intervenuta con l’ausilio dell’ambulanza, sul luogo dell’incidente sono giunti i carabinieri e gli ispettori dello Spresal (Servizio Prevenzione e Sicurezza del Lavoro) dell’ASL To3.. A loro il compito di effettuare gli accertamenti necessari alla ricostruzione della dinamica dell’incidente.

Il sindaco di Rivoli Andrea Tragaioli: "La città già lo scorso anno ha pagato un caro prezzo in termini di incidenti sul lavoro nel ramo edile. Purtroppo siamo di nuovo a parlare di una tragedia e in questo momento non posso fare altro che ribadire come ci debba essere massima attenzione alle condizioni di sicurezza nei cantieri. Non possiamo ogni volta commentare fatti di questo tipo, ma è necessario che su tutti i tavoli si continui a mettere come priorità, in maniera concreta, la difesa dell'incolumità di chi va a lavorare ogni giorno".

612 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views